Profughi, la contabilità infinita: ne arrivano 500 nei prossimi giorni

Un centinaio i migranti che rimarranno nel Veneziano. Lunedì altre venti persone alloggiate nelle strutture. Le proteste dei sindaci rimangono

Continuano a essere agitate le acque sul fronte dei profughi. Perché si tratta di una contabilità infinita che non si arresta più. Per questo motivo la prefettura di Venezia è ancora al lavoro per trovare posti letto in vista dei prossimi arrivi di migranti. Un centinaio quelli destinati al Veneziano nei prossimi giorni, mentre lunedì in Veneto ne sono giunti altri cento. Di questi, venti sono rimasti nella nostra provincia, alloggiati in strutture già predisposte.

Ma ciò che più preoccupa sul fronte logistico sono i prossimi giorni: il ministero dell'Interno ha già annunciato che gli sbarchi in Sicilia continueranno, cosicché dai porti dell'isola e calabresi dovrebbero partire alla volta del Veneto ulteriori cinquecento persone, appena completate le operazioni di sbarco e di prima accoglienza. Dunque servirà trovare un centinaio di posti, almeno finché l'hub regionale che dovrebbe essere individuato e predisposto a breve non sarà operativo. All'orizzonte, come ultima spiaggia, il possibile utilizzo delle palestre delle scuole. In ballo le strutture degli istituti di San Donà, Dolo e Portogruaro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli aggiornamenti sul contagio in Veneto e in provincia la sera dell'1 aprile

  • Addio ad Ambra, morta a 31 anni

  • Finiscono in acqua dal vaporetto, morte due donne

  • Ricoveri e decessi: gli aggiornamenti del 31 marzo sera

  • Bollettino contagi e ricoveri per Covid-19 domenica mattina, regione e provincia

  • Ricoveri e decessi, gli aggiornamenti di oggi

Torna su
VeneziaToday è in caricamento