menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuova ondata di profughi: 254 arrivati a Marghera, attesi altri 600

I migranti sono di origine asiatica e africana, molti sono uomini ma non mancano famiglie con donne e bambini. Smistati in tutta la Regione

Nel fine settimana appena trascorso ne sono arrivati 254, altri 600 sono attesi per i prossimi giorni. L’emergenza profughi non conosce soste, l’ondata prosegue e interessa tutto il Veneziano. Cinque pullman sono arrivati domenica a mezzogiorno nel grande piazzale del centro commerciale Metro di Marghera, un altro gruppo di profughi era già arrivato sabato sera al Villaggio Solidale di Mirano. Come riporta la stampa locale, polizia e carabinieri hanno scortato tutti nei vari centri d’accoglienza in cui sono stati smistati. Un sacchettino di plastica in mano e una mascherina sul volto, in attesa di espletare le prime pratiche igienico-sanitarie: questo è tutto ciò che avevano con sé.

Dei 254 profughi giunti ieri a Marghera, 47 sono rimasti a Venezia, 51 sono partiti per Padova, 49 per Treviso, altri 49 per Verona, 48 per Vicenza, sette a Rovigo e infine tre a Belluno. La maggior parte sono uomini di giovane età, ma ci sono anche molte donne con bambini. Tutti sono stati identificati e sottoposti alle operazioni di fotosegnalamento.

I profughi sono stati sistemati tra Mestre, Chioggia, Mira, Mirano e San Michele al Tagliamento. Le strutture sono ormai quasi tutte piene, ma il progetto “Mare Nostrum” coordinato dal ministero dell’Interno non si ferma affatto, la Prefettura è già in allerta per i prossimi sbarchi. Intanto domenica sulla strada statale Romea, all’altezza di Mira, due profughi di origine asiatica sono stati trovati nascosti all’interno di un cassone di un camion.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lo show "4 Hotel" dello chef Bruno Barbieri parte da Venezia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento