menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Venezia si veste d'arte: countdown per la notte più creativa dell'anno

Performance, concerti, mostre, musei aperti, reading, animazioni: sono le mille anime del secondo appuntamento lagunare dell'Art Night, promosso da Ca' Foscari e dal Comune

Venezia sceglie il primo weekend estivo per far scoprire a cittadini e visitatori quanto lo splendore del suo territorio e delle sue strutture possa essere d'ispirazione all'universo artistico. Sabato 23 giugno a riempire calli e campielli saranno i partecipanti alla seconda edizione dell'"Art night", una lunga notte di performance artistiche, promossa dall’Università Ca’ Foscari di Venezia, in collaborazione con il comune di Venezia.

Intorno alle 17, nella sede centrale dell’Università, il via ufficiale alla manifestazione, cui seguirà, poco dopo, l’avvio di un corteo speciale lungo il Canal Grande, soprannominato l’InstArtNight. A documentare paso passo lo svolgersi della serata, solcando le vie d’acqua della laguna, a bordo di una piccola imbarcazione, ci saranno, infatti, i fotografi più popolari di Instagram, l'applicazione che permette di applicare filtri e condividere istantaneamente immagini, una delle più attuali forme d'espressione artistica, alla portata di chiunque (o almeno di chiunque possieda un dispositivo mobile).

Fulcro della serata, nella sede universitaria centrale, sarà, alle 21.30, la performance "Preferisco i gatti", con la madrina Ottavia Piccolo pronta a recitare dieci poesie inedite di Wyslawa Szymborska, accompagnata da un alfabeto luminoso (pensato da Marco Nereo Rotelli), proiettato nel chiostro centrale, e dalle note di Milena Angele.

ARTE E DESIGN

Ca’ Foscari non sarà però l’unica sede coinvolta, a partecipare saranno più di 200 enti culturali della città. L’Accademia di Belle Arti terrà aperti i laboratori della sede centrale e li allestirà con le opere dei suoi giovani artisti. Lo Iuav, dalle 17 alle 23, al Chiostro dei Tolentini (Santa Croce 191) realizzerà la sua "Performing Iuav", un progetto ideato da docenti e studenti di Design e Arti, che propone al pubblico una sequenza di performance, alcune storiche riadattate, altre contemporanee, nel segno del coinvolgimento diretto dei fruitori: "da Carolee Schneemann a Yoko Ono ai giovani artisti e studenti di design e Arti Iuav", affermano i promotori. "Azioni di Guerrilla Knitting. Un cibo decisamente alternativo preparato sul posto dell'artista. Una conversazione collettiva il più possibile libera. Azioni fluxus. Qual è il suono della crema Nivea? Eventi interattivi. Danze techno per 'giovani anziani'. E, in apertura, un 'concert for strings' in cui impigliarsi e un aperitivo che non può che chiamarsi... Manzoni (Bianco)".

Animazione, brindisi, concerti, teatro di strada, performance musicali, ce ne sarà per tutti i gusti: il pubblico potrà scoprire l'arte in tutto il suo processo creativo, visitando, oltre ai luoghi espositivi più canonici, anche quelli solitamente inesplorati, come gli atelier presenti nelle prestigiose sedi di Palazzo Carminati a San Stae e nel complesso dei Santi Cosma e Damiano nell'Isola della Giudecca. Qui, dalle 18.30 alle 22.30, sarà possibile, in particolare, assistere, in forma inedita, all'esito degli sforzi creativi di 12 giovani artisti particolarmente meritevoli, ai quali la Fondazione Bevilacqua La Masa (cui fanno capo gli atelier) ha dato la possibilità di esprimersi nell'ultimo anno.

Palazzo Grassi aprirà gratuitamente le porte al pubblico, dalle 19 fino a mezzanotte: nell’atrio e al primo piano nobile è in corso la personale di Urs Fischer “Madame Fisscher, mentre al secondo piano espositivo è presentata una selezione di opere dalla collezione François Pinault. Ancora, il Peggy Guggenheim sarà aperto dalle 18 alle 24, proponendo visite guidate e laboratori per bambini.

LIBRERIE E SCRITTORI

Anche le librerie veneziane saranno aperte al pubblico, almeno fino alle 21, mettendo in scena reading e animazioni. Alla "Libreria Laboratorio blu" di Cannaregio si terranno le "letture al chiaro di luna" per i bambini dai 3 ai 10 anni, alla "Libreria Cafoscarina" verrà offerto un omaggio ad Andrej Tarkovskij, alla "Libreria Cluva" si parlerà, dalle 18.30 alle 20.30, di architettura, alla "Libreria Giunti" saranno moltissime le animazioni, dalle 17 alle 22.30, infine alla "Libreria Toletta" chiuderà la serata alle 23.30 Alberto Toso Fei con le sue ricerche sui misteri della città lagunare e - da ultimo - della città eterna.

Appuntamento anche con gli scrittori veneziani: alla Libreria Studium di Piazza San Marco, a partire dalle 18, Roberto Ferrucci, Alessandro Marzo Magno, Giovanni Montanaro, Renato Pestriniero, Tiziano Scarpa e Alessandro Scarsella presenteranno il volume "Una biblioteca per sé" edito da Marcianum press, in uscita proprio in questi giorni, che verrà offerto in omaggio ai presenti. Gli autori racconteranno il loro personale rapporto con le biblioteche della città e confideranno i ricordi e le storie curiose che negli anni hanno legato la loro vita a quelle solide strutture di carta e pensiero.

IL COMUNE

L'obiettivo dichiarato del comune di Venezia e dell'Università Ca' Foscari è quello di superare l'ottimo risultato ottenuto lo scorso anno con la prima edizione di Art Night: una vittoria non scontata, visto che mancherà il richiamo internazionale della Biennale d'arte, in cui però le istituzioni culturali della città credono fortemente.

L'amministrazione comunale proporrà uno spettacolo musicale piuttosto insolito, davanti alla propria sede istituzionale: il pontiletto di Ca' Loredan si trasformerà, infatti, per una sera, in uno speciale palcoscenico, pronto ad ospitare i “readymades musicali” di Elettrofoscari, il gruppo nato dal workshop di improvvisazione di Ca' Foscari che propone musica elettronica contemporanea.

Grande protagonista sarà, allora, la musica. Oltre a Elettrofoscari, anche allievi e docenti del conservatorio incrementeranno la proposta in note della serata, con un repertorio che va da Astor Piazzolla a Mozart, da Claude Debussy a Toru Takemitsu.

I quattro musei civici per l’occasione apriranno gratuitamente: Palazzo Mocenigo dalle 18 alle 22, il Museo di Storia Naturale dalle 19 alle 22, Ca’ Pesaro dalle 21 alle 23 e la casa di Carlo Goldoni dalle 21 alle 24.

Grazie alla collaborazione con Actv, inoltre, il Comune metterà a disposizione gratuitamente il Vaporetto dell'Arte, che seguirà, per l'occasione, un itinerario dedicato: partirà da Rialto, con cadenza oraria, dalle ore 20.10 alle 24.10, e toccherà le fermate di Ca' Rezzonico, Accademia, Salute, San Marco Vallaresso, per finire a Zitelle. L'intenzione è quella di permettere a quanta più gente possibile di raggiungere comodamente anche l'isola della Giudecca, dove le proposte in programma sono davvero rilevanti. Chi sarà a bordo non sarà però isolato da quanto accade in città: tutti i contenuti saranno fruibili dai monitor a bordo, in una costante condivisione nella rete.

In occasione della manifestazione, saranno poi rafforzati (raddoppiati) i collegamenti di autobus notturni con la terraferma, per facilitare il deflusso del “popolo della notte”. La centrale operativa di Actv terrà monitorata la situazione a piazzale Roma, in modo da poter intervenire con corse aggiuntive se necessario.

SOLIDARIETA'

Ma Art Night Venezia non sarà solo cultura. L'evento, sarà votato anche alla solidarietà: nelle diversi sedi che partecipano alla manifestazione sarà, infatti, allestita una raccolta fondi per contribuire al restauro dei monumenti danneggiati dal sisma che ha colpito l'Emilia Romagna.

Per ulteriori informazioni e per conoscere il programma nel dettaglio è possiblie visitare il sito dell'Università.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento