Arte e benessere nella relazione con l'anziano

La residenza Anni Azzurri Mestre di Favaro Veneto organizza, venerdì 3 marzo, un incontro aperto a tutti gli operatori sociosanitari e assistenziali dedicato al delicato momento dell’ingresso dell’anziano in struttura. Verranno condivise esperienze di arteterapia, Doll therapy e laboratori musicali: terapie farmacologiche indicate nel trattamento delle forme lievi di demenze e Alzheimer.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Riceviamo e pubblichiamo

"La residenza Anni Azzurri Mestre di Favaro Veneto organizza un incontro aperto a tutti gli operatori socio sanitari per aiutarli ad affrontare il delicato momento dell'inserimento dell'anziano in struttura. L'incontro dal titolo "Arte e benessere nella relazione d'aiuto" si terrà venerdì 3 marzo, dalle ore 9.00 alle 17.00 presso la Residenza Anni Azzurri Mestre. Fornire ai professionisti che lavorano a stretto contatto con gli ospiti delle strutture gli strumenti necessari per la cura della persona anziana è fondamentale per garantire all'anziano uno spazio di vita sereno sin dal delicato momento dell'ingresso in struttura. Per questo motivo, la residenza Anni Azzurri Mestre organizza un incontro durante il quale verranno condivise alcune esperienze professionali nella cura dell'anziano, un'occasione di confronto sull'efficacia delle terapie non farmacologiche. Educatori, psicologi, psicoterapeuti e neurologi racconteranno gli utilizzi di alcune tra le terapie non farmacologiche particolarmente indicate nel trattamento delle forme lievi di demenze e Alzheimer volte a mantenere attive le facoltà cognitive residue dell'anziano, incoraggiandone la socialità e supportando l'autostima: l'arteterapia, la doll therapy e i laboratori musicali. L'arteterapia consiste nella ricerca del benessere psicofisico attraverso l'espressione artistica dei pensieri, dei vissuti e delle emozioni. Utilizza le potenzialità dell'anziano di elaborare creativamente tutte quelle sensazioni che non si riescono a far emergere con le parole nel contesto quotidiano. Le bambole terapeutiche utilizzate nelle doll therapy sono create con l'intento di stimolare l'empatia e le emozioni, forniscono uno stimolo ad uscire dall'apatia o dall'aggressività ed aprirsi all'altro, aiutano a risvegliare le relazioni interpersonali. Infine i laboratori musicali, rappresentano momenti di ascolto e condivisione per portare benessere all'anziano attraverso la musica e la sua armonia. Programma CINEMA E DEMENZE - L'arte e la cura tra falsi miti, luoghi comuni ed errori Dott. Ferdinando Schiavo, neurologo I LUOGHI DELLA MEMORIA - L' arteterapia come strumento di narrazione Dott.ssa Claudia Zavattin, arteterapeuta IL "COME SE..." CHE ARRICCHISCE - La terapia della bambola Dott.ssa Laura D'Ospina, psicologa e psicoterapeuta GIOCANDO CURANDO - Il gioco nella relazione di cura con l'anziano Dott.ssa Maria Silvia Falconi, educatrice professionale BENESSERE E MUSICA - Utilizzo della musica nelle residenze protette Dott.ssa Giorgia Tolio, psicologa e psicoterapeuta L'incontro si terrà venerdì 3 marzo dalle 9:00 alle 17:00 presso la Residenza Anni Azzurri Mestre di Favaro Veneto in via Morosini 11. L'evento è rivolto agli operatori sociosanitari e assistenziali; la partecipazione è libera e prevede il rilascio di crediti formativi ECM per tutte le figure professionali aventi diritto. Residenze Anni Azzurri in Veneto Residenze Anni Azzurri opera in Italia con oltre 50 residenze dedicate alla terza età, di cui 3 nella regione Veneto, situate nei pressi di Venezia e Rovigo, per un totale di oltre 400 posti letto. A Favaro Veneto, Anni Azzurri opera con la Residenza Mestre, priva di barriere architettoniche e dotata di ampi spazi, con una ricettività di 166 posti letto. All'interno della struttura è attiva una Rsa disabili, con 16 posti disponibili, nella quale opera personale specializzato capace di fornire assistenza riabilitativa adeguata agli ospiti e un reale sostegno psicologico ai famigliari coinvolti. Accanto alle esigenze mediche e terapeutiche, trovano espressione i valori e l'affettività: la vita nella residenza è organizzata secondo orari e modalità propri di una famiglia, così da non creare fratture con l'esperienza di vita precedente. La collaborazione con i familiari fa parte di un approccio alla terapia che si differenzia da persona a persona, secondo un Piano di Assistenza Individuale (PAI) dinamico e adattabile, elaborato sulla base delle esigenze di ciascun ospite da un'équipe multiprofessionale Anni Azzurri. Residenza Anni Azzurri Mestre Via Morosini, 11 30030 Favaro Veneto (VE) residenzamestre@anniazzurri.it 041 5017111 "

Torna su
VeneziaToday è in caricamento