Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Noventa di Piave / Via Calnova, 96

Magazzino Eurospar di Noventa a Monselice. Guerra tra sindacati sulla firma dell'accordo

Salbitani, Filt Cgil: «Abbiamo stabilizzato 30 posizioni di lavoro». Sorci Adl Cobas: «Inaccettabile, nemmeno una cifra messa per iscritto sugli incentivi all'esodo». Giovedì manifestazione nel Padovano

Quasi due settimane di sciopero in 4 mesi di vertenza, iniziata a ottobre 2020 per gli 80 dipendenti di Mag servizi, ditta in appalto Stef Italia che gestisce il magazzino Aspiag nel negozio con insegna Eurospar in via Calnova a Noventa di Piave. Tutto il deposito merci del nordest sarà trasferito a Monselice entro giugno o luglio 2021. Inizialmente sembrava che Aspiag volesse concludere l'operazione entro fine 2020. Poi sono iniziate proteste e astensioni, tra le difficoltà del Covid. Venerdì sera Mag servizi, Aspiag e il sindacato Filt Cgil della logistica hanno sottoscritto un accordo per la gestione dei lavoratori di Noventa di Piave. «Abbiamo preteso che nei prossimi giorni Mag Servizi, Aspiag, Stef Italia, e tutte le società che operano a Noventa di Piave, aprano un tavolo istituzionale con il Comune di Noventa, la Città metropolitana di Venezia, il prefetto di Venezia e l’assessorato regionale al lavoro, al fine di trovare tutte le soluzioni possibili per favorire la ricollocazione dei lavoratori - ha scritto Marcello Salbitani del sindacato Filt Cgil -. Aspiag si è resa disponibile a farsi carico della situazione». La Filt Cgil ha inoltre incluso nella trattativa la volontà di «sostenere l'esercizio del diritto di sciopero dei lavoratori, da esercitare nei limiti delle leggi che regolano la circolazione delle merci deperibili. Vogliamo definire regole certe per contemperare l’esercizio del diritto con la tutela di prodotti di prima necessità. La parola ora passa ai lavoratori, chiamati a decidere del proprio futuro. Da parte nostra abbiamo lavorato per garantire la stabilizzazione di una trentina di contratti».

L'altro sindacato non confederale, che non siede al tavolo delle trattative, Adl Cobas, ha definito l'accordo firmato da Filt Cgil, Mag servizi e Aspiag service Despar Nordest per il trasferimento del magazzino di lavorazione della merce nel polo "Agrologic" di Monselice, «vergognoso», dice Ruggero Sorci della sigla. Abbiamo 70 iscritti su 80 a Noventa di Piave - dice - e questo documento è stato respinto in toto dalle assemblee dei lavoratori di Padova e Noventa di Piave. Lo sciopero andrà avanti e verranno costruite iniziative a carattere regionale e nazionale». Giovedì è prevista una manifestazione a Monselice. «Coinvolgeremo altri lavoratori e le organizzazioni della società civile. Inaccettabile che non siano state messe nero su bianco le offerte economiche che sono state fatte dalla società in caso di incentivi all'esodo. Potevano anche essere cifre accettabili - dice Sorci - ma andavano ufficializzate, senza demandare a una ulteriore trattativa con i singoli la definizione. Allo stesso modo sul tavolo sono state messe le stabilizzazioni dei contratti. Anche queste, in pratica, da valutare caso per caso nel dettaglio - dice -. La società è in continua crescita - continua Sorci -, con la pandemia ha aumentato i propri profitti e non può pensare di liquidare persone con cifre ridicole o peggiorare la vita ai magazzinieri sui turni e le pause. Inoltre - conclude - non va regolato il diritto di sciopero paragonando la merce di un supermercato ai beni di prima necessità come i medicinali. Verrà mantenuto per questo lo stato di agitazione e lo sciopero, sia nel magazzino di Padova che in quello di Noventa di Piave».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Magazzino Eurospar di Noventa a Monselice. Guerra tra sindacati sulla firma dell'accordo

VeneziaToday è in caricamento