menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Smantellate le "bande" del bancomat: il blitz all'alba, finiscono in manette anche veneziani

Si tratta di banditi di due differenti associazioni criminali, inequivocabilmente responsabili di almeno 35 episodi in numerose località del Veneto e della Lombardia

Dalle prime luci dell’alba di martedì, carabinieri del Reparto Operativo-Nucleo Investigativo di Treviso, con l'aiuto di militari dei comandi territorialmente competenti del 4° Btg “Veneto”, del nucleo cinofili di Torreglia (PD) e del 14° Nec, stanno dando esecuzione a 16 misure cautelari (15 detentive ed 1 obbligo di dimora) emesse dal Gip del Tribunale di Treviso nei confronti di altrettante persone residenti nella Marca trevigiana e nelle province di Padova, Venezia, Vicenza e Verona e individuati come componenti, a vario titolo, di due differenti associazioni criminali dedite agli assalti ai bancomat ed inequivocabilmente responsabili di almeno 35 episodi in numerose località del Veneto e della Lombardia.

I destinatari delle misure sono, tra l'altro, gli stessi già arrestati lo scorso 29 settembre sulla base di un analogo provvedimento emesso dalla medesima autorità giudiziaria, a seguito di prolungate ed estese indagini condotte dallo stesso nucleo investigativo e coordinate dalla Procura di Treviso, e successivamente rimessi in libertà a seguito di una sentenza del Tribunale del Riesame di Venezia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento