menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aja, respinte le dimissioni e rilanciata la battaglia: ultimatum al Comune di Jesolo

L'assemblea ha riconfermato i direttivi dell'Aja che a fine dicembre avevano deciso di dimettersi a fronte della chiusura dell'Amministrazione. Novità entro il 28 febbraio

Imposta di soggiorno, è ultimatum all’amministrazione comunale. Non è stato un semplice o formale passaggio burocratico, l’assemblea dell’Associazione jesolana albergatori (Aja) convocata giovedì per discutere sulle dimissioni di tutto il consiglio, a cominciare dal presidente Alessandro Rizzante e poi, a cascata di tutti i rappresentanti Aja in Jesolo Turismo e Consorzio JesoloVenice. La decisione era maturata dopo la presa d’atto della volontà del Comune di chiudere ogni dialogo sull’imposta di soggiorno e non recepire di fatto alcuna delle proposte formulate.

Linea dura della categoria

Nell’assemblea dei soci, in una sala Palladio del Pala Arrex gremita, dopo l'intervento di Rizzante, i numerosi e partecipati interventi hanno ribadito con forza il ruolo dell’Aja in città dal punto di vista economico quanto associativo. "Se ci fosse stato un reale dialogo, non saremmo arrivati a questo punto", ha ricordato Rizzante. Così com’è stata ribadita la linea dura di tutta la categoria, compatta, per dimostrare alla controparte la necessità del coinvolgimento, così come di rivedere i contenuti della delibera sull’imposta di soggiorno.

Dimissioni respinte

L'assemblea ha così deciso di respingere con votazione unanime le dimissioni presentate dal presidente e dal consiglio. Ma ha altresì dato mandato al riconfermato presidente e alla sua squadra, di avviare una trattativa con l’Amministrazione comunale, a fronte di un documento che è stato approvato dall’assemblea, per rivedere l’Imposta di soggiorno. Se entro il 28 febbraio non saranno ottenuti dei risultati, persisterà l’atteggiamento di netta e forte contrapposizione in tutti gli ambiti in cui Aja è presente o rappresentata. "L’Amministrazione comunale - specificano da Aja - deve rendersi conto che è interesse comune confrontarsi, e naturalmente condividere scelte e programmi, con chi rappresenta le realtà economiche della città, in quanto da entrambe le parti c’è l’interesse di lavorare per fare crescere Jesolo. Aja è e deve continuare ad essere un importante punto di riferimento per la città".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento