menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Assemblea bollente alla Fincantieri I lavoratori annunciano lo sciopero

A rischio la consegna della "Viking Star", prevista per il fine settimane. Pomo della discordia il rinnovo del contratto integrativo nazionale

Tre ore di sciopero per ogni turno nella giornata di mercoledì. I lavoratori di Fincantieri incroceranno le braccia per protesta contro i vertici dell’azienda, che a questo punto vede a rischio la consegnata della nave Viking Star prevista per il fine settimana. La decisione è stata presa martedì dopo un incontro piuttosto caldo a Marghera. I sindacati hanno spiegato che l’obiettivo è spingere l’azienda a “trovare una soluzione migliorativa per il gruppo Fincantieri, che non sia penalizzante per i dipendenti, specie in un momento come questo dove il carico di lavoro per tutti i cantieri è garantito fino al 2020". I lavoratori accusano Fincantieri di voler azzerare le conquiste salariali degli anni scorsi e di non voler sedersi al tavolo della trattativa per trattare per il rinnovo del contratto integrativo nazionale.

LA RISPOSTA DELL'AZIENDA. “Non rispondiamo alle provocazioni. Se i lavoratori vogliono arrivare alla chiusura del cantiere, allora continuino pure ad ostacolare la consegna della nave – è la risposta arrivata nel pomeriggio di martedì da parte dell’azienda -. Fincantieri non solo non sta licenziando, anzi, sta assumendo e non chiede nemmeno tagli dei salari - si legge -. Avendo assicurato il lavoro per i prossimi anni, chiede che ci sia da parte del sindacato una maggiore assunzione di responsabilità al fine di assicurare maggiore efficienza e un futuro prospero e duraturo all'azienda".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento