Cronaca

Assolto da ogni accusa Massimo Senin: la Corte d’Appello ne dichiara l’innocenza

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Riceviamo e pubblichiamo

"Massimo Senin, ex-Direttore della filiale di Marghera del Credito Cooperativo di Macron, è stato assolto dalle accuse per un presunto illecito ai danni di una correntista dell’istituto di credito. Infatti, se in primo grado nell’ottobre 2013 era stato ritenuto implicato nel fatto, il 23 febbraio 2017 è stato giudicato innocente tramite il parere della Corte d’Appello di Venezia: il verdetto che ne sancisce l’assoluzione con formula piena è stata depositato dall’avvocato Paolo Marson di Padova. La sentenza n. 813/2017 recita testualmente: “Il Tribunale di Venezia assolve Massimo Senin dall’imputazione […] per non aver commesso il fatto”. Secondo i giudici, mancherebbe anche la minima prova a conferma di un ruolo dell’allora Direttore della BCC nella frode alla correntista che ha sporto la denuncia, alla quale sarebbero stati sottratti beni pecuniari per la cifra di 370mila euro. Denunciati anche l’allora vice-direttore della Banca e l’ex-marito della donna: quest’ultimo, a causa di alcuni dissesti finanziari della propria azienda, è stato reo confesso del prelievo di ingenti somme, sebbene il conto della donna non fosse cointestato con l’allora coniuge. Senin, professionista di lunga data nell’ambiente finanziario, potrà quindi tornare alla propria vita, ma purtroppo non alla propria professione, lesa dai fatti accaduti in questi anni di traversie".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assolto da ogni accusa Massimo Senin: la Corte d’Appello ne dichiara l’innocenza

VeneziaToday è in caricamento