Cronaca

Assunzioni bloccate all'Università, Bugliesi furioso a Venezia si sfoga sui social

Il rettore di Ca' Foscari: «Il decreto dignità doveva contrastare la precarietà. Non per i ricercatori e il personale dell'Ateneo evidentemente»

Assunzioni a tempo indeterminato bloccate fino al 2019, secondo il decreto dignità, e scoppia l'ira degli Atenei da nord a sud. A Venezia il rettore dell'Università Ca'Foscari di Venezia affida ai social il suo sfogo: «Doveva contrastare la precarietà. Non per i ricercatori e il personale universitario, evidentemente. Loro possono aspettare e sperare. Nella pensione quota 100 o nel reddito di cittadinanza?».

La manovra

All'origine dello scontento una parte del decreto del governo giallo-verde che avrebbe sacrificato una parte delle assunzioni stabili nella pubblica amministrazione, per venire incontro all'esigenza di contenimento della spesa pubblica imposta dai parametri europei che ha abbassato per l'Italia il limite dello sforamento del debito. Per le Università e gli altri enti si fermano le stabilizzazioni, nei ministeri bloccati i concorsi, e all'Inps niente funzionari. Discorso diverso per le forze dell'ordine, per loro già pronte più di mille assunzioni nel 2019 e 6.150 da ora fino al 2023. Per i vigili del fuoco le assunzioni nel nuovo anno saranno 850. Restano i concorsi per la scuola, insegnanti e presidi, e rimangono anche le 1200 assunzioni al Cnr (centro nazionale di ricerca) e la copertura del turnover nella pubblica amministrazone, con la sostituzione del personale che va in pensione.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assunzioni bloccate all'Università, Bugliesi furioso a Venezia si sfoga sui social

VeneziaToday è in caricamento