"Atti vandalici e intimidatori alla sede di EdiliziAcrobatica a Mestre"

“Ma non ci hanno spaventato”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Riceviamo e pubblichiamo:

"Due gravi episodi, a chiaro sfondo intimidatorio, sono avvenuti nelle scorse notti presso la sede di EdiliziAcrobatica di Mestre, in via Dante n.10. Entrambi gli episodi, che hanno fatto seguito a una telefonata di minacce giunta a Lorenzo Scussat, titolare del franchising point Acrobatico, in cui, assieme ad insulti e ingiurie, veniva ‘invitato’ ad andarsene e chiudere l’attività, sono stati denunciati all’autorità competente. “I danni che abbiamo subito - commenta Lorenzo Scussat -, nello specifico l’imbrattamento delle saracinesche e la manomissione delle serrature in cui chi ha pensato di spaventarci ha versato della colla e spalmato degli escrementi, non ci spaventano, ma ci rinforzano nella certezza che la rivoluzione che abbiamo introdotto nel mondo dell’edilizia, non utilizzando ponteggi o piattaforme, ma solo le nostre funi è davvero straordinaria. Sappiamo che chi ci colpisce lo fa perché la nostra tecnica lo spaventa, i nostri risultati lo atterriscono: ma noi non ci fermeremo e continueremo a lavorare ogni giorno per rendere più belle i palazzi e i monumenti di Mestre e di ogni città in cui verremo chiamati”.".

Torna su
VeneziaToday è in caricamento