Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Riprende l'attività degli ambulatori: oltre 15mila prestazioni da riprogrammare

L'Ulss 3 annuncia la ripartenza per lunedì. Più ore di lavoro agli specialisti per recuperare il tempo perso. Intanto i reparti Covid si svuotano un po' alla volta

Ospedale dell'Angelo, archivio

L’Ulss 3 da lunedì comincerà a recuperare le prestazioni ambulatoriali non urgenti che sono state sospese negli ultimi mesi. Tra queste 15.632 erano quelle già prenotate, mentre circa dodicimila richieste sono pervenute al Cup nel periodo della sospensione. Gli utenti verranno ricontattati dall’azienda sanitaria per fissare un nuovo appuntamento in base ai criteri di priorità clinica e temporali. Va ricordato che, nel frattempo, l'Ulss ha continuato a effettuare le prestazioni specialistiche oncologiche, quelle urgenti e quelle con priorità alta, oltre ad una parte di quelle non urgenti gestite negli ambulatori e poliambulatori diffusi sul territorio. In questa fase, riferisce l'azienda, per accelerare le prestazioni ci sarà un’immediata implementazione dell’attività ordinaria, con l’aumento delle ore e delle prestazioni sanitarie messe a disposizione dagli specialisti all’utenza.

Calano i pazienti Covid

Anche diversi reparti chirurgici, che sono stati ridimensionati per lasciare spazio alle Aree covid e alle Terapie intensive, dovrebbero tornare progressivamente a riappropriarsi del loro spazio originario. Grazie alla diminuzione dei ricoveri, al momento i posti letto attivati nelle terapie intensive dell’Ulss 3 sono scesi da 96 a 86. Le terapie intensive di Chioggia e Mirano sono già completamente libere da pazienti positivi al Covid-19. La riduzione dei letti Covid attivi grazie alla diminuzione dei ricoveri è avvenuta anche per i posti letto in area non critica, scesi di un terzo.

Come funzionano le prenotazioni

Il Cup (centro unico prenotazioni), già dalla fine della prima fase, si è rafforzato arrivando a triplicare le linee telefoniche, passate in totale da 105 a 270, e aumentando il personale: 43 operatori nel distretto di Venezia-Mestre, 32 a Mirano-Dolo. Una volta presa la linea, un messaggio raccomanda agli utenti, nel caso in cui non riescano a parlare subito con l’operatore, di lasciare il proprio recapito telefonico per essere ricontattati (entro 48 ore). Per le visite di controllo dopo la prima, prescritte dallo specialista, le cosiddette visite di follow up, c'è una nuova modalità di prenotazione: è il servizio Cup che ora chiama il paziente per riferirgli data e ora dell’appuntamento, senza la necessità che sia l’utente a dover contattare il servizio di prenotazioni.

Ci sono anche altre modalità. Un nuovo servizio web permette al cittadino di inviare online, sul sito dell’Ulss 3, i dati della propria prescrizione: in questo caso il Cup ricontatta l’utente comunicandogli la data dell’appuntamento. Se preferisce, sempre dopo aver inserito i dati della ricetta, l’utente può anche ricevere direttamente un promemoria con la data dell’appuntamento già fissata. La stessa procedura è attivabile anche da da tablet e smartphone con l’app dedicata dell’azienda sanitaria. Inoltre è possibile prenotare le prestazioni sanitarie anche attraverso le farmacie convenzionate sul territorio: nel distretto veneziano hanno aderito 81 farmacie su 101, 60 su 72 a Mirano-Dolo e tutte le 22 di Chioggia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riprende l'attività degli ambulatori: oltre 15mila prestazioni da riprogrammare

VeneziaToday è in caricamento