Cronaca Via Perugia

San Donà: vigilanza anti assembramenti e restyling del piazzale dei bus per la ripartenza delle scuole

Il Comune, Atvo e la Città metropolitana al lavoro per garantire condizioni adeguate per gli studenti delle superiori

Il piazzale Atvo della cittadella scolastica

A San Donà di Piave la società di trasporti Atvo si sta organizzando in vista della ripartenza delle scuole superiori in presenza programmata per l'1 febbraio. La priorità è la sicurezza, tanto che Atvo si affiderà ad una società di vigilanza privata per il controllo delle aree di maggiore concentrazione di studenti, in modo da evitare gli assembramenti. «È necessario aumentare ulteriormente l’attenzione - spiega il presidente dell'azienda, Fabio Turchetto - Le “guardie” saranno una presenza discreta e non invasiva, per aiutare al rispetto delle regole».

A questo scopo saranno impegnati 10 agenti (non armati) affiancati dal personale di controllo (altri 10 agenti) di Atvo: saranno posizionati nelle autostazioni (San Donà, Portogruaro e Jesolo) e nei punti di arrivo agli istituti di San Donà, Portogruaro e Jesolo. Alcune di queste figure di controllo saranno presenti anche a Caorle, Oderzo, Mestre e San Stino. «Parallelamente - continua il direttore di Atvo, Stefano Cerchier - per evitare gli assembramenti ai punti vendita, invitiamo caldamente ad utilizzare i sistemi online per l’acquisto dei biglietti o per il rinnovo degli abbonamenti».

Piazzale a nuovo

In questi giorni si avviano anche i lavori di riqualificazione del piazzale degli autobus "scolastici", quello adiacente agli istituti di via Perugia. A realizzare l'intervento sono il Comune, la Città metropolitana e Atvo, l'azienda di trasporto pubblico che gestisce l'area. Nel dettaglio, si procede con la sistemazione delle pensiline, nuova segnaletica orizzontale e la sistemazione del verde a ridosso del piazzale, un intervento per ciascuno degli enti coinvolti.

Il sindaco Andrea Cereser ha spiegato: «Gli studenti delle scuole superiori sono tra quelli che stanno pagando il tributo più alto in questi mesi. Metterli nelle condizioni di tornare quanto prima alla didattica in presenza è l'obiettivo su cui tutti abbiamo lavorato». Cereser ha ricordato che presto sarà realizzata una nuova rotatoria, in prossimità dell'argine, per agevolare l'immissione su via Roma per chi proviene da via Sabbioni. Turchetto ha fatto presente che nel frattempo l'azienda si sta organizzando «per garantire un servizio di trasporto adeguato al momento di attenzione per tutto ciò che comporta la prevenzione al Covid-19». Allo stesso tempo, «abbiamo pensato fosse importante garantire anche un piazzale adeguato al prestigio della zona della scuola». Saverio Centenaro, delegato del sindaco metropolitano, ha ricordato di che «era nostro dovere fare in modo che il piazzale fosse in ordine e ben pulito, non solo per una questione di immagine ma anche di funzionalità e sicurezza».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Donà: vigilanza anti assembramenti e restyling del piazzale dei bus per la ripartenza delle scuole

VeneziaToday è in caricamento