Un'aula studio nell'ex falegnameria Bozzola di Venezia

Via libera della giunta, ora dovrà esprimersi il consiglio comunale. Gli adeguamenti funzionali prevedono un investimento di 1,2 milioni di euro a carico di Ca' Foscari

L'ex falegnameria Bozzola di Venezia sarà adibita ad aula studio. La giunta comunale ha dato il via libera oggi alla delibera di Consiglio che autorizza, a soli fini urbanistici, l'adeguamento funzionale dell'edificio di proprietà di Ca' Foscari.

Progetto da 1,2 milioni di euro

Il consiglio comunale sarà chiamato ad esprimersi per consentire la prosecuzione dell'iter che porterà alla realizzazione di una nuova sala polifunzionale all’interno di un immobile di 400 metri quadrati e che avrà un costo complessivo di oltre 1,2 milioni di euro in capo all’Università. «La realizzazione del progetto - spiega la presidente della Commissione urbanistica Lorenza Lavini - richiede la preventiva autorizzazione in variante da parte del consiglio comunale, con la procedura semplificata per le opere di interesse pubblico, poiché la scheda tipologica vigente non prevede per quell’area la destinazione d’uso "attrezzature per l’istruzione", mentre prevede destinazioni analoghe come le attrezzature culturali, associative e ricreative».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Aula studio nell'ex falegnameria Bozzola

«Quando abbiamo ricevuto lo studio di fattibilità presentato per la realizzazione della nuova aula studio - commenta l'assessore Massimiliano De Martin - abbiamo immediatamente sostenuto la validità della richiesta, che però necessita di una variazione urbanistica affinché si possa realizzare un’operazione che da una parte mira alla conservazione e valorizzazione dell’immobile così da riconsegnarlo al tessuto storico della città, dall’altra vuole arrivare alla realizzazione di uno spazio funzionale che vada ad arricchire ulteriormente quei luoghi dedicati alla socializzazione dei ragazzi che studiano e vivono a Venezia».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa succede al corpo se si eliminano i carboidrati?

  • Elezioni comunali Venezia 2020: liste, simboli e candidati

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • Sei comuni rinnovano il sindaco e il Consiglio: i risultati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento