menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto del comitato genitori

Foto del comitato genitori

Aule troppo sporche a Mira, i bimbi vengono trasferiti nella palestra

Alla scuola Goldoni le insegnanti si sono rifiutate di far partire le lezioni. Genitori e docenti in rivolta, contestata la ditta appaltatrice delle pulizie

Sporco nella aule, non si placa la polemica dei genitori della scuola Goldoni di Mira. Sono tante le segnalazioni fatte anche nei mesi passati, che però, a detta del comitato, finiscono puntualmente nel vuoto. O quasi. Sporcizia, polvere per terra e ragnatele sul soffitto sono rimaste, finché giovedì mattina sono state le stesse insegnanti a prendere l'iniziativa rifiutandosi di fare iniziare la lezione: gli studenti hanno fatto armi e bagagli e sono stati spostati nella palestra, dove sono rimasti per due ore.

Nel mirino delle proteste di docenti e genitori c'è in particolare una ditta alla quale sono appaltati i lavori di pulizia di una parte degli ambienti scolastici: "Il personale Ata svolge correttamente il proprio mestiere - specifica uno dei genitori del comitato, - così come gli impiegati della ditta appaltatrice. Il problema è che non ci sono abbastanza persone per portare a termine i lavori". In pratica l'impresa di pulizie sarebbe accusata di non inviare personale a sufficienza per garantire uno standard minimo di igiene, come documentato e denunciato a più riprese dalla commissione di genitori appositamente istituita.

"Quello delle insegnanti è stato un gesto eclatante - aggiunge l'esponente del comitato, - perché hanno rischiato di venire accusate di interruzione di pubblico ufficio: significa che la misura è veramente colma. E lo hanno deciso loro, che conoscono bene il mondo della scuola e hanno pensato, evidentemente, che c'era bisogno di un intervento deciso".

La dirigente dell'istituto, venuta a conoscenza di quanto stava accadendo, è intervenuta per far riprendere le lezioni, dopodiché avrebbe deciso di rivolgersi direttamente alla ditta. Ora dovrebbe essere fissata una riunione tra le parti coinvolte per mettere definitivamente la parola fine a una situazione diventata, evidentemente, insostenibile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento