Cronaca Mestre Centro

Tredici auto per la polizia locale: «Priorità sicurezza, a Marghera la centrale operativa»

Presentati in piazza Ferretto i nuovi veicoli in dotazione agli agenti del Comune di Venezia. Saranno impiegati in particolare per i servizi serali e notturni

Investimento per la sicurezza e per quella che il primo cittadino ha definito "polizia di prossimità": tredici Alfa Giulietta (tutte Euro 6), del valore complessivo di 300mila euro, sono state acquistate dal Comune di Venezia e sono ora in dotazione alla polizia locale per il nuovo servizio di sicurezza stradale e notturno sulla terraferma veneziana. I veicoli sono allestiti per trasporto detenuti, geolocalizzazione e controllo dalla centrale unica operativa. L'iniziativa fa parte di un progetto più complessivo che ha visto anche l'assunzione di 200 nuovi agenti (il sindaco Luigi Brugnaro ne prevede altri 200 nei prossimi tempi) e la riorganizzazione delle sedi: Comando al Tronchetto, centrale operativa a Marghera, in via Cafasso.

Tredici nuove auto per la Municipale di Mestre

Controllo del territorio

La presentazione delle auto si è svolta stamattina in piazza Ferretto a Mestre, alla presenza di una lunga lista di autorità: il comandante Marco Agostini, il prefetto Vittorio Zappalorto, il questore Danilo Gagliardi, il comandante provinciale dei carabinieri Claudio Lunardo, esponenti della guardia di finanza e assessori comunali. Agostini ha spiegato che i mezzi «permetteranno di operare per un presidio maggiore sul territorio». Per il commissario capo Gianni Franzoi si tratta di un acquisto che mette la polizia locale «in condizione di affrontare le sfide quotidiane» della città. Ricordati anche i buoni risultati ottenuti dall'unità cinofila: «Dopo tre anni  - è stato detto - abbiamo sequestrato più di 50 chili di droga e collaboriamo anche con altre città».

Le zone di copertura

Sono state individuate undici zone di copertura in terraferma: Rione Piave; Fogazzaro Cappuccina; Carducci Querini mensa sociale; Corso del Popolo e San Giuliano; Campalto Tessera; Favaro Dese; Carpendo Bissuola Parco Albanese; Terraglio; Cipressina Zelarino Trivignano; Chirignago Gazzera; Marghera (con l’impiego di due auto) e il Lido (a cui è destinata un’auto). A queste aree si aggiungono due settori attualmente già presidiati durante il giorno: Piazza Ferretto e Piazzale Candiani, e Piazzetta Zorzetto e Piazza XXVII Ottobre. Tutti i settori e le auto, dotate tra l’altro di un dispositivo per la geolocalizzazione, saranno coordinati dalla Centrale operativa di Venezia.

Schermata 2018-11-13 alle 14.38.00-2

«Per una polizia locale di prossimità»

«È soprattutto agli agenti che va il mio ringraziamento - ha esordito il sindaco Brugnaro - ai nuovi giovani assunti ma anche a chi fa parte da anni del corpo, perché è grazie al loro lavoro e alla loro dedizione se siamo riusciti a conseguire determinati risultati. Efficientando la macchina comunale abbiamo potuto acquistare le nuove auto e assumere duecento ragazzi e altrettanti ne assumeremo, con l’obiettivo di creare una polizia locale "di prossimità". Questi giovani nuovi agenti sono prima di tutto dei cittadini come noi, quindi meritano il nostro rispetto e la nostra stima, ed hanno la necessità di sentire che la cittadinanza è dalla loro parte».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tredici auto per la polizia locale: «Priorità sicurezza, a Marghera la centrale operativa»

VeneziaToday è in caricamento