Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Dopo 5 "interventi" all'auto, l'officina scopre il problema appena scaduta la garanzia

Il fatto è successo ad un 36enne di Oriago, che a più riprese si era recato in officina per risolvere una strana vibrazione al motore. Dovrà spendere oltre 5mila euro di motore

Il problema? Sempre lo stesso. Un motore “irregolare” che fa vibrare la macchina quando è ferma ma comunque in moto, quindi al minimo, e che crea diversi disagi. Per questo motivo R. V., 36enne di Oriago titolare di una pizzeria d’asporto a Mira, per cinque volte, fra il 2012 e il 2017, ha portato la sua Polo ad un’officina di Mirano per risolvere un inghippo creatosi dopo appena 28mila chilometri percorsi.

Durante questi “ricoveri” sono stati cambiati due iniettori, la testa del motore e la sonda lambda ma il problema è rimasto. Risultato? Proprio ora, a garanzia scaduta (l’uomo l’aveva estesa da due a cinque anni), il concessionario di Mirano ha scoperto che il problema è legato a un pistone e quindi si rende necessaria la sostituzione dell’intero motore, per una spesa che si aggira attorno ai 5mila e 400 euro (su una vettura pagata 7 mila e 500 euro). "È davvero incredibile - commenta Carlo Garofolini, presidente dell’Adico - che per cinque anni il problema non sia stato risolto, anche se il nostro socio ha portato l’auto in officina a Mirano per cinque volte. Ora, invece, appena scaduta la garanzia, il guaio è stato individuato e richiede una spesa davvero impegnativa".

Il 36enne ha acquistato la sua Polo il 26 luglio 2011 estendendone subito la garanzia da due a cinque anni. Dopo aver percorso 28mila chilometri, l’auto ha cominciato a vibrare in modo strano ad ogni fermata con motore acceso. Tutti gli interventi effettuati nell’officina non hanno dato risultati, fino appunto alla diagnosi finale, giunta appena scaduta la garanzia. "L’uomo - continua Garofolini - dall’1 marzo ha la macchina ferma ed è stato costretto ad acquistarne un’altra usata. Se la causa di quella vibrazione al minimo fosse stata individuata prima per il nostro socio non ci sarebbe stata alcuna spesa”. Naturalmente il 36enne di Oriago ha protestato sia con la Casa Madre che con l’officina. “Volkswagen – conclude Garofolini - si è offerta di venire incontro al nostro socio offrendo mille euro a fronte dei 5.400 euro di spesa totale. L’officina ne ha proposti 270! Noi, invece, alla luce di quanto abbiamo appreso, chiediamo che il motore venga sostituito senza alcuna spesa per il nostro assistito”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo 5 "interventi" all'auto, l'officina scopre il problema appena scaduta la garanzia

VeneziaToday è in caricamento