Trovata l'auto della rapina in gioielleria a Galta, passata al setaccio in cerca di indizi

La Grande Punto Evo con cui 3 banditi sono fuggiti venerdì sera dopo aver derubato un negozio di via Cesare Battisti è stata individuata in via Napoli. Veicolo sotto sequestro

E' stata trovata a circa 500 metri di distanza l'auto con cui i rapinatori sono fuggiti dopo aver perpetrato la violenta rapina alla gioielleria "La Fenice" di via Cesare Battisti a Galta di Vigonovo. Si tratta di una Grande Punto Evo che a un primo controllo al terminale è risultata rubata. I criminali, erano in 3, avevano quindi predisposto la classica "staffetta" tra veicoli. Dopo aver messo a segno il colpo, con bottino tra i 3 e 4mila euro in gioielli e contanti, hanno raggiunto la vicina via Napoli, dove era stata predisposta in un parcheggio della via un'auto "pulita", in grado di non destare sospetti. Un pit-stop fulmineo, per evitare di trovarsi ancora in zona all'arrivo dei carabinieri. Intervenuti in primis per soccorrere la titolare dell'esercizio, che dopo essere stata spintonata è caduta riportando la lussazione della spalla.

La Grande Punto è stata individuata nella notte tra venerdì e sabato, a qualche ora dal colpo. Era in sosta a lato strada, sempre nel parcheggio. E' stata subito posta sotto sequestro per permettere che sabato mattina venisse passata al setaccio dai carabinieri. Si cercano possibili impronte o comunque indizi che possano contribuire a smascherare i 3 banditi entrati in azione. Due erano travisati, uno invece ha agito a volto scoperto. E' stato lui a suonare alla porta (l'ingresso alla gioielleria naturalmente non è libero) fingendosi un normale cliente. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopodiché ha aperto anche ai complici, tra cui uno armato di pistola. La donna è finita a terra e non ha potuto nulla. Gli intrusi hanno arraffato quanto di valore era a portata di mano e sono fuggiti sull'auto poi ritrovata nella notte. Si tratta della quarta rapina nella stessa zona nel giro di una ventina di giorni. Per questo nell'ultima settimana i controlli sono stati rinforzati da parte dei carabinieri.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È stato inaugurato il bicipark di piazzale Roma

  • Rapina una 15enne, la minaccia con delle forbici e la molesta sessualmente: denunciato

  • Gli aggiornamenti sul coronavirus in Veneto e provincia di Venezia

  • Noto albergatore di Jesolo muore in un incidente stradale

  • Coronavirus, nuovi positivi in provincia di Venezia. Ricoveri stabili a 8

  • Sradicate tre colonne di un distributore di benzina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento