Trovata l'auto della rapina in gioielleria a Galta, passata al setaccio in cerca di indizi

La Grande Punto Evo con cui 3 banditi sono fuggiti venerdì sera dopo aver derubato un negozio di via Cesare Battisti è stata individuata in via Napoli. Veicolo sotto sequestro

E' stata trovata a circa 500 metri di distanza l'auto con cui i rapinatori sono fuggiti dopo aver perpetrato la violenta rapina alla gioielleria "La Fenice" di via Cesare Battisti a Galta di Vigonovo. Si tratta di una Grande Punto Evo che a un primo controllo al terminale è risultata rubata. I criminali, erano in 3, avevano quindi predisposto la classica "staffetta" tra veicoli. Dopo aver messo a segno il colpo, con bottino tra i 3 e 4mila euro in gioielli e contanti, hanno raggiunto la vicina via Napoli, dove era stata predisposta in un parcheggio della via un'auto "pulita", in grado di non destare sospetti. Un pit-stop fulmineo, per evitare di trovarsi ancora in zona all'arrivo dei carabinieri. Intervenuti in primis per soccorrere la titolare dell'esercizio, che dopo essere stata spintonata è caduta riportando la lussazione della spalla.

La Grande Punto è stata individuata nella notte tra venerdì e sabato, a qualche ora dal colpo. Era in sosta a lato strada, sempre nel parcheggio. E' stata subito posta sotto sequestro per permettere che sabato mattina venisse passata al setaccio dai carabinieri. Si cercano possibili impronte o comunque indizi che possano contribuire a smascherare i 3 banditi entrati in azione. Due erano travisati, uno invece ha agito a volto scoperto. E' stato lui a suonare alla porta (l'ingresso alla gioielleria naturalmente non è libero) fingendosi un normale cliente. 

Dopodiché ha aperto anche ai complici, tra cui uno armato di pistola. La donna è finita a terra e non ha potuto nulla. Gli intrusi hanno arraffato quanto di valore era a portata di mano e sono fuggiti sull'auto poi ritrovata nella notte. Si tratta della quarta rapina nella stessa zona nel giro di una ventina di giorni. Per questo nell'ultima settimana i controlli sono stati rinforzati da parte dei carabinieri.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ordigno a Marghera. Evacuazione di 3mila persone, niente treni e aerei: Venezia sarà isolata

  • Bollo auto, tutte le novità del 2020 dagli sconti alle nuove modalità di pagamento

  • Una donna si è data fuoco davanti al tribunale dei minori di Mestre

  • Bomba day: 3.500 persone da evacuare e blocco viabilità. Ecco le vie interessate

  • Preso l'uomo che si aggirava con un coltello tra le calli di Venezia

  • Appartamento dello spaccio "vista piazza": 30enne in manette a Marghera

Torna su
VeneziaToday è in caricamento