Cronaca

Auto rubate per furti, rapine, spaccio: scoperti 130 veicoli intestati alla stessa persona

Operazione della polizia di frontiera di Venezia: tutto è cominciato nell'ottobre del 2016 con due ladruncoli bloccati all'aeroporto Marco Polo. Sequestri in corso in tutta Italia

Centotrenta veicoli intestati a una sola persona e utilizzati per compiere ogni genere di reato. È quanto accertato dal personale della squadra di polizia giudiziaria della polizia di frontiera di Venezia al termine di un'indagine avviata nell'ottobre del 2016 e partita all'aeroporto Marco Polo: qui erano stati sorpresi in azione due ladruncoli, che avevano in uso un'auto risultata intestata a un'italiana di 37 anni residente nel Lodigiano. Da successivi accertamenti era risultato che la stessa donna era proprietaria di altri 129 mezzi di trasporto (in gran parte autovetture), intestatele in un arco di tempo di circa 6 mesi.

Di fatti i veicoli erano utilizzati da criminali in varie zone d'Italia quasi esclusivamente per la commissione di rapine, furti, spaccio di droga e sfruttamento della prostituzione. Le forze di polizia stanno già comunicando i sequestri operati a carico delle auto. Gli ultimi quattro sono avvenuti nelle città di Roma, Trento e Viareggio: alla guida c'erano giovani stranieri, tra cui un pregiudicato romeno senza patente, un marocchino clandestino (per lui un’intimazione a lasciare il territorio nazionale), un altro marocchino pregiudicato per spaccio, un macedone dedito a furti con precedenti per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’intestazione fittizia dei veicoli permetteva tra l'altro di eludere le sanzioni (autovelox, telecamere, semafori). Anche in questa occasione, come in altre, il piano è stato escogitato con la complicità di persone nullatenenti che, in cambio di denaro, si intestano auto e motoveicoli di provenienza illecita. Alla donna sono contestati quindi 130 verbali di sanzione amministrativa, per una somma complessiva di oltre 70mila euro. Nel frattempo è stata richiesta ed ottenuta la cancellazione definitiva dei veicoli dal pubblico registro automobilistico: pertanto, quando rintracciati e sottoposti a controllo in strada, verranno obbligatoriamente sequestrati e confiscati. Già radiati definitivamente dalla circolazione 125 veicoli, di cui è stata accertata in via definitiva l’intestazione fittizia: di questi, 47 sono risultati non coperti da assicurazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto rubate per furti, rapine, spaccio: scoperti 130 veicoli intestati alla stessa persona

VeneziaToday è in caricamento