menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chioggia: parcheggiavano grazie a pass disabili falsi, due denunciati

I controlli della polizia municipale degli scorsi giorni hanno portato alla multa per dodici persone e a conseguenze per più gravi per un 53enne padovano e un 52enne di Sottomarina

Loro disabili non erano di certo. Ma il pass ce l'avevano lo stesso. O di "seconda mano" o falsificati alla bell'è meglio. I controlli scattati nel nuovo parcheggio dell'ospedale di Chioggia non hanno mancato di portare a casa risultati. Negli ultimi giorni, infatti, sono stati scoperti dodici casi di uso improprio dei tagliandi, ossia di persone che non ne avevano titolo. Inevitabile per loro una multa salata.

Oltre a ciò sono state pizzicate anche due persone il cui pass era falso. Il primo si tratta di un 53nne residente in provincia di Padova che ogni giorno esponeva un pass contraffatto che riportava gli stessi colori del permesso rilasciato alla moglie. Nel secondo caso è stato incastrato, invece, un 52enne di Sottomarina, che aveva riprodotto il permesso intestato al figlio 26enne. "La sfacciataggine del comportamento di quest’ultimo nostro concittadino - scrive il comandante della polizia locale della località clodiense Michele Tiozzo - è stata tale che, una volta chiamato ad aprire la sua autovettura per la verifica dell’autorizzazione, intuito il problema, ha tentato maldestramente di sostituire la copia con il permesso originale, davanti agli occhi esterrefatti degli agenti operanti".

Per i due furbetti del pass ora è arrivata una denuncia per "falsità in attto pubblico commesso dal privato", che prevede una pena fino a quattro anni di reclusione: "E’ bene invitare a riflettere che non si tratta di violazioni al codice della strada ma di vicende penali che comportano la necessità di affrontare un giudizio davanti alla magistratura, la nomina di un legale e, in caso di condanna, possono “sporcare” il certificato del casellario giudiziale e, conseguentemente, provocare indirette conseguenze nei futuri rapporti con qualsiasi pubblica amministrazione (per esempio concorsi pubblici o appalti)", conclude il comandante.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento