La procura dispone l'autopsia sul corpo di Cesare Martellozzo

L'esame sarà effettuato lunedì. L'imprenditore era arrivato all'ospedale cosciente

La procura di Venezia ha disposto l'autopsia per chiarire le cause della morte di Cesare Martellozzo, l'imprenditore di Jesolo scomparso martedì pomeriggio a seguito di un inciente stradale. Il 48enne dopo lo schianto era rimasto cosciente ma una volta arrivato all'ospedale, mentre veniva sottoposto ad accertamenti, le sue condizioni si erano aggravate e i medici non erano riusciti a salvarlo. 

L'esame autoptico è previsto per la giornata di lunedì e servirà a comprendere quale sia stata effettivamente la causa del decesso. Dalle prime verifiche fatte al pronto soccorso di Jesolo sembra che l'imprenditore, titolare del chiosco Mercedes di piazza Mazzini, con l'impatto abbia riportato un gravissimo trauma addominale. Il 48enne era in sella a una Vespa e stava percorrendo via Aquileia quando, intorno alle 12, un'auto si era immessa da una laterale, via delle Ondine. Martellozzo era stato accompagnato all'ospedale in ambulanza, cosciente, e intorno alle 14 il suo cuore aveva smesso di battere. La donna al volante, una turista di Cremona, è stata indagata per omicidio stradale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento