Eseguita l'autopsia: Silvano Forza è morto per un infarto

L'esame non ha fatto emergere lesioni compatibili con i colpi subiti. Continuano le indagini

L'uomo è morto mentre era al telefono con l'operatore del 112

Silvano Forza, il 79enne che sabato sera è morto a Cavarzere dopo essere stato aggredito da un conoscente, ha avuto un infarto. A confermarlo, l’autopsia che è stata eseguita martedì pomeriggio. Dall’esame non sono emerse lesioni interne compatibili con i colpi subiti dalla vittima durante l’aggressione. 

La vicenda si è consumata intorno alle 20.30 all’esterno di un bar trattoria. Forza, secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, avrebbe discusso con un 58enne che aveva alzato un po’ troppo il gomito e che lo ha aggredito a suon di pugni. La vittima si è rialzata e ha chiamato il 112 ma, proprio mentre era al telefono, è crollata. I militari, intervenuti poco dopo, hanno denunciato l’aggressore che, nel frattempo, era tornato a casa. 

L’uomo è indagato per omicidio preterintenzionale ma non è ancora stato stabilito un nesso di causalità tra l’aggressione e la morte del 79enne. Dall’esame autoptico il medico legale non ha riscontrato lesioni interne attribuibili ai colpi subiti da Forza e i graffi che aveva al volto se li è provocati cadendo a terra mentre chiamava il 112. Ulteriori esami al cuore potranno aiutare gli investigatori a stabilire se il malore fatale sia stato provocato dalla concitazione del momento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Identificato un corpo trovato nel Piave: è Mattia Bon, scomparso l'estate scorsa a Sappada

  • Schianto a Caltana, morta una ragazza di 25 anni

  • Un morto sui binari a Porto Marghera

  • 57enne muore soffocato da un pezzo di torta

  • Giovedì il funerale di Sara Michieli, morta in un tragico incidente stradale

  • Schianto contro un muretto in cemento, perde la vita

Torna su
VeneziaToday è in caricamento