menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cantieri sulla A4, divieto di transito per chi trasporta merce pericolosa

Secondo i dati di Autovie Venete circolano, in media, 49 mila veicoli al giorno, di cui circa 200 viaggiano trasportando gasolio, gas o altro

Incidenti in calo nonostante i lavori in corso. È il positivo risultato ottenuto da Autovie Venete nel tratto di A4 compreso fra Quarto D’Altino-San Donà di Piave, grazie alle misure contenute nel piano sicurezza e adottate dallacConcessionaria. Alla limitazione della velocità, al potenziamento della segnaletica, all’installazione di autovelox fissi e alle segnalazioni luminose già in vigore, nei prossimi giorni si aggiungerà una nuova misura, richiesta dal compartimento della polizia stradale del Veneto e approvata dai Cov (Comitati Operativi per la Viabilità) gestiti dalle prefetture di Venezia e Treviso: il divieto di transito, nel tratto di cantiere Venezia Est-Portogruaro, dei mezzi pesanti che trasportano merci pericolose, un divieto che, per diventare operativo, richiede un’apposita ordinanza e l’installazione di una adeguata segnaletica, due elementi sui quali la concessionaria sta già lavorando.

I SINISTRI - Per quanto riguarda gli incidenti, prendendo in considerazione due periodi, il primo (dall’1 novembre 2009 al 31 maggio 2011) senza cantiere e il secondo (dal 1 novembre 2011 al 31 maggio 2013) con il cantiere attivo, emerge che i sinistri sono passati da 144 (di cui 5 mortali e 53 con feriti) a 98 (di cui 2 mortali e 25 con feriti). “Non è un paradosso – spiega il presidente di Autovie Emilio Terpin – ma il risultato di una gestione attenta da un lato e, bisogna sottolinearlo, della maggior attenzione da parte di chi guida dall’altro. Il fattore umano, come tutti sanno, è determinante, per questo come concessionaria abbiamo sempre puntato moltissimo sul coinvolgimento dell’utenza e i risultati si vedono”.

DEVIAZIONI - Il divieto di transito per i mezzi pesanti che trasportano merci pericolose nel tratto Venezia - Quarto D’Altino-San Donà di Piave avrà maggior impatto per i transiti di lunga percorrenza. Chi proviene da Trieste ed è diretto verso Milano/Bologna dovrà uscire a Portogruaro e percorrere la A28 e la A27 per poi rientrare in A4. I mezzi in arrivo da Milano/Bologna dovranno prendere il Passante di Mestre per poi proseguire sulla A27 e A28 per poi re-immettersi sulla A4 a Portogruaro. Per le consegne locali, in prossimità del tratto interessato dal divieto, i mezzi pesanti che trasportano merci pericolose provenienti da Milano/Bologna dovranno uscire a Venezia Est e poi proseguire sulla viabilità ordinaria, mentre quelli provenienti da Trieste potranno uscire a San Stino di Livenza (Tv), Cessalto e San Donà di Piave, l’ultima uscita disponibile.

CIFRE ALLA MANO - Ma quantI sono i mezzi pesanti che trasportano merci pericolose? Secondo i dati di Autovie Venete in quel tratto autostradale – sulle due direzioni - circolano, in media, 49 mila veicoli al giorno, di cui il 35% ovvero circa 17 mila, mezzi pesanti. Di questi, circa 200, quotidianamente viaggiano trasportando merci considerate pericolose. Circa 55 trasportano gasolio; 50 trasportano liquidi a caldo, come per esempio il bitume; 45 benzina; 15 gas liquido; 10 ossigeno liquido; 8 azoto liquido per refrigerazioni; gli altri trasportano altre sostanze.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riaperture: cosa cambia da lunedì per il Veneto in zona gialla

  • Cronaca

    Tir carico di legname in fiamme in autostrada

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento