La Giunta a sostegno di Avapo, assegnate alla Fondazione 3 stanze dell'ex Gramsci

"Sosteniamo il lavoro dei tanti volontari a supporto dei malati oncologici e delle loro famiglie", il commento dell'Amministrazione. Si tratta dell'immobile di via Sabbadino a Campalto

Assegnata ad Avapo Mestre Onlus una porzione dell’immobile comunale di via Sabbadino 7 a Campalto. Ad approvare la delibera la giunta comunale, su proposta degli assessori al Riordino del patrimonio, Luciana Colle, e alle Politiche Sociali e Rapporti con il volontariato Simone Venturini.

"Standard di assistenza straordinari"

"La collaborazione tra Comune di Venezia ed Avapo - ha dichiarato l’assessore Venturini - ha consentito negli ultimi anni il raggiungimento di straordinari standard di assistenza e supporto ai malati oncologici e alle loro famiglie. La cura e l'impegno che i volontari e gli operatori di Avapo dedicano ai nostri concittadini meritano il supporto e la massima collaborazione delle istituzioni locali, Comune in primis. Questa ulteriore forma di collaborazione consentirà ad Avapo di sviluppare ancora di più le attività già in essere e garantirà una migliore e più efficiente gestione degli ausili. La collaborazione tra Comune e Avapo Mestre prevede, tra i vari interventi, anche la messa a disposizione da parte dell'assessorato alla Coesione sociale, nell'ambito delle attività di assistenza domiciliare, di un'equipe di 6 operatori socio-sanitari per le attività di assistenza tutelare ai malati oncologici di Avapo Mestre. A questa associazione giungano i più grandi sentimenti di riconoscenza e stima da parte dell'Amministrazione comunale di Venezia".

"Orgogliosi di questa scelta"

Gli ha fatto eco Colle: "La gestione degli spazi negli edifici comunali - ha commentato - è una delle deleghe che ritengo abbia un'importantissima rilevanza nel rapporto con la cittadinanza. La decisione assunta di concedere tre stanze ad una Onlus che, gratuitamente, offre ai pazienti oncologici del territorio assistenza, va proprio in questa direzione. Una scelta che ci fa piacere e ci rende orgogliosi per quanto questa associazione faccia per chi vive momenti di difficoltà".

"Un bel regalo di Pasqua"

"L'approvazione della delibera di concessione degli spazi dell'ex scuola Gramsci - ha commentato Stefania Bullo, presidente di Avapo Mestre Onlus - è stata accolta dalla Fondazione e dai volontari, soprattutto quelli che più direttamente hanno dovuto confrontarsi nei mesi scorsi con la carenza di spazi a disposizione per gli ausili, con grande entusiasmo. Una buona notizia che, dato il particolare periodo dell'anno, può considerarsi un bel regalo pasquale, e sottolinea ancora una volta l'importanza del dialogo con le Istituzioni pubbliche, in un'ottica di collaborazione e miglioramento continuo dei servizi erogati a favore delle fasce più deboli della cittadinanza. Avapo Mestre rinnova la sua gratitudine per le risposte che, nel tempo, il Comune ha saputo offrire alle istanze presentate, secondo il principio di sussidiarietà".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Dpcm, quando serve l'autocertificazione in Veneto: il modello ufficiale da scaricare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento