menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Individuata l'aviaria in un allevamento di Mira: dovranno essere abbattuti 20mila tacchini

Una volta giunta l'ufficialità, il sindaco Maniero ha firmato un'ordinanza in cui si pone sotto sequestro la struttura di via Giare e si ordina l'immediata uccisione degli esemplari

Individuato il virus dell'influenza aviaria: allevamento sequestrato e abbattimento di 20mila esemplari. L'ordinanza è stata firmata lunedì dal sindaco di Mira, Alvise Maniero, dopo che in Comune sono arrivati i risultati di una relazione tecnica stilata dall'Istituto Zooprofilattico in cui si comunica la "positività virologica" per il virus dell'influenza aviaria di tipo A, sottotipo H5, in una struttura situata in via Giare di proprietà di una società agricola. All'interno sono allevati circa ventimila tacchini. I prelievi erano stati effettuati per un aumento della mortalità degli animali.

"Sabato scorso l’allevamento era stato posto sotto sequestro cautelativo in attesa della conferma della positività - dichiara in una nota il Comune di Mira - che è arrivata nella stessa serata di sabato. Considerata la necessità di rispettare le rigide procedure regionali, al fine di impedire l’eventuale diffondersi della malattia tra altri animali, il primo cittadino ha firmato l’ordinanza che convalida il sequestro delle strutture di allevamento e di tutti i tacchini allevati, disponendone l’immediato abbattimento in loco, la distruzione delle carcasse e di tutti i materiali o rifiuti potenzialmente contaminati come mangime, lettiere o letame".

La stessa ordinanza dispone anche pulizia e disinfezione dei locali e dei veicoli utilizzati per il trasporto degli animali. Sarà istituita una zona di protezione e sorveglianza intorno alla sede del focolaio, nelle quali verranno applicate "rigide misure sanitarie", si specifica nella nota. Il Comune è in contatto con il Servizio veterinario dell'Ulss 3 Serenissima. Specie con la sua sede di Mirano. "Gli esperti dell’azienda sanitaria hanno rassicurato l’amministrazione comunale sul fatto che non vi è alcun pericolo per la salute dei cittadini, dato che questo virus non è trasmissibile dagli animali agli esseri umani - si legge nel comunicato - La situazione è costantemente monitorata ed è stata interessata anche la polizia locale".  


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento