Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Rifiuti edili abbandonati lungo la Triestina, azienda multata

La polizia locale, attraverso la documentazione trovata tra i rifiuti, è risalita alla ditta che aveva abbandonato gli scarti

(Foto d'archivio)

Abbandono abusivo di rifiuti lungo la Triestina a Musile di Piave, la polizia locale emana un verbale da 500euro. E' accaduto nei giorni scorsi, quando gli agenti si sono imbattuti in alcuni prodotti di edilizia lasciati in una delle piazzole della statale 14, davanti all'intersezione con via Millepertiche in direzione Musile.

Si trattava, in particolare, di rifiuti di lavorazione relativi all'installazione di infissi, tra cui ritagli di serramenti in alluminio, cornici, relativi imballaggi, tubi di silicone vuoti, nastro adesivo, confezioni di ferramenta per infissi e cellophane. Il materiale è stato recuperato da una ditta specializzata e in seguito smaltito. Sul posto la polizia locale ha trovato tutto il tracciamento dei prodotti abbandonati: l'ordinativo, il produttore e il venditore. Da questo è risalita all'acquirente, al quale verrà notificato il verbale da 500euro, oltre alle spese addebitate per l'intervento di recupero.

«Il nostro è un territorio vasto», dice il sindaco di Musile di Piave, Silvia Susanna, «e con la presenza di alcuni posti, penso alle aree di campagna, dove il conferimento scorretto può sembrare agevole. Ma da parte nostra, come amministrazione, abbiamo sempre avuto tolleranza zero, e continueremo ad averne. Scontiamo purtroppo anche casi di abbandono da territori limitrofi e ci siamo attivati inasprendo le sanzioni e incentivando le raccolte di rifiuti con una certa costanza. Continuiamo, in questo senso, ad avere sempre l'attenzione alta per tutelare il territorio e stanare gli incivili».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti edili abbandonati lungo la Triestina, azienda multata

VeneziaToday è in caricamento