Cronaca San Polo / Campo San Tomà

"Bagarino" di biglietti Actv a San Tomà, aveva pure divisa e tesserino

Il truffatore vendeva biglietti usati a prezzi maggiorati spacciandosi per un dipendente della società lagunare, ma è stato smascherato dai carabinieri

Da tempo in laguna si ha notizia di biglietti per i vaporetti venduti “sotto banco”, fuori dalle biglietterie, da individui che con l'azienda di trasporto spesso hanno poco a che fare; mercoledì i carabinieri hanno deciso di vederci chiaro e, dopo i dovuti controlli, sono riusciti a sorprendere un uomo che, vestito con abiti simili a quelli dei dipendenti Actv, vendeva ai turisti vecchi tagliandi a prezzi maggiorati.

CON LE MANI NEL SACCO – I militari del Nucleo Natanti hanno sorpreso il truffatore nei pressi dell'imbarcadero di San Tomà, in pieno centro storico. L'uomo, un cittadino di origini albanesi, classe 1980, regolare in Italia, aveva persino un tesserino di riconoscimento Actv autentico, probabilmente sottratto a qualche dipendente, e grazie a questo suo travestimento offriva ai turisti, ovviamente a prezzo maggiorato, biglietti già utilizzati, emessi per l’intera giornata o per più corse e contenenti ancora un residuo di credito. Gli uomini dell'Arma hanno subito fermato lo straniero e l'hanno sottoposto a perquisizione, scoprendogli addosso ben 53 ticket di viaggio, che sono stati subito sequestrati assieme al badge Actv. L'uomo è stato invece denunciato alla Procura per tentata truffa aggravata e sostituzione di persona.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Bagarino" di biglietti Actv a San Tomà, aveva pure divisa e tesserino

VeneziaToday è in caricamento