menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'intervento dell'elicottero del 118

L'intervento dell'elicottero del 118

Paura in spiaggia a Jesolo Lido, una bambina rischia di annegare

L'allarme è stato lanciato poco prima delle 14.30 di sabato all'altezza di piazza Drago. L'elicottero del 118 è atterrato direttamente sull'arenile

E' stata soccorsa in acqua e portata a riva. Paura sabato pomeriggio poco prima delle 14.30 sull'arenile di Jesolo per una bambina di tre anni di nazionalità francese che, per cause ancora al vaglio, si è trovata in difficoltà mentre era in acqua. Gli addetti al soccorso della spiaggia e le persone presenti hanno subito allertato il 118 per una sospetta sindrome da annegamento, causando non poco clamore tra chi si trovava vicino al luogo delle operazioni. La piccola, infatti, sembra che avesse seguito il padre in acqua, salvo poi arrivare in un punto già troppo fondo per lei. Presa dal panico avrebbe ingerito molta acqua. I soccorritori l'avrebbero trovata semicosciente con la faccia in acqua. Sarebbero bastati pochi istanti in più e lo scenario sarebbe diventato ben più fosco.

NEL MENTRE SCIACALLI RUBANO TRA GLI OMBRELLONI

Sul posto è quindi intervenuta con due gommoni e altri mezzi la capitaneria di porto che ha preparato il terreno per l'atterraggio direttamente in spiaggia dell'elicottero del Suem. Contemporaneamente è stata inviata dal 118 anche un'ambulanza, in modo da essere equipaggiati per ogni scenario che l'emergenza avrebbe potuto determinare. Gli ombrelloni vicini sono stati chiusi per evitare che potessero causare danni per lo spostamento d'aria.

I bagnanti sono stati allontanati e i medici hanno iniziato a soccorrere la malcapitata, che ad alcuni testimoni dopo alcuni interminabili minuti sembrava comunque cosciente. A differenza dei momenti immediatamente successivi al salvataggio. Che la situazione non fosse da sottovalutare lo dimostra il fatto che il personale del 118 ha operato a lungo sull'arenile per lungo tempo, non tralasciando nessuno sforzo. Per alcuni attimi è sembrato di trovarsi di fronte all'ennesima tragedia di una estate già di per sé maledetta per Jesolo. Alla fine è stato disposto il trasferimento della bambina all'ospedale Dell'Angelo di Mestre per accertamenti, salvo poi optare per un accompagnamento (l'elicottero del 118 è stato visto atterrare di nuovo dopo una decina di minuti in zona) al presidio sanitario di Jesolo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

L'isola di Santa Maria delle Grazie può uscire dall'abbandono

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento