rotate-mobile
Cronaca

Ragazzino fugge dalla comunità per poter riabbracciare la mamma

La vicenda mercoledì, che ha coinvolto Venezia e il Portogruarese. Un 12enne ha raggiunto l'abitazione della madre da cui era stato separato

Voleva riabbracciare la sua mamma, e in qualche modo è riuscito pure a raggiungerla. Nonostante lei si trovasse a diversi chilometri di distanza, nel Portogruarese. Una vicenda emblematica sulla forza che può avere un rapporto tra madre e figlio, che va oltre magari alle decisioni di un giudice. E' accaduto mercoledì, quando un 12enne che si trovava da mesi in una cosiddetta "comunità educativa" di Venezia. L'aveva disposto il giudice: per il suo bene avrebbe dovuto vivere lontano dalla mamma, residente nel Portogruarese. Ma il ragazzino con il passare dei giorni non si è dato per vinto, e anzi ha tentato il tutto per tutto.

In qualche modo mercoledì è riuscito a sgattaiolare all'esterno della struttura, per poi raggiungere la stazione ferroviaria. A quel punto è bastato salire su un treno e aspettare che il convoglio arrivasse a destinazione, senza che nessuno tra i passeggeri capisse ciò che era accaduto. Non appena lo staff della struttura in cui era ospitato si è accorto della sua assenza sono stati interessati i carabinieri, che hanno subito diramato una nota di rintraccio. Nel caso di minorenni, infatti, non serve una denuncia per far partire la macchina delle ricerche.

Fatto sta che la madre non sapeva nulla di questa iniziativa del giovane. Una volta arrivato a destinazione, il 12enne si è presentato di punto in bianco davanti all'abitazione della donna,  rimasta sorpresa per quella visita inaspettata. Era consapevole che quell'incontro non sarebbe potuto durare per molto tempo ancora. Per questo motivo, dopo pochi minuti, sono intervenuti i carabinieri, allertati proprio dalla mamma, la quale non ha opposto alcuna resistenza e anzi ha collaborato con i militari affinché tutta l'operazione risultasse il meno scioccante possibile per il ragazzino. Dopodiché il ritorno in laguna, con i responsabili della comunità che hanno riaccolto il giovanissimo a piazzale Roma, per poi riportarlo nella struttura. Una vicenda che ha destato grande sorpresa anche tra i residenti della zona in cui la donna e il ragazzino prima vivevano insieme, i quali pensavano che il 12enne fosse stato affidato a una struttura ben più lontana rispetto a Venezia. Non era così. Tant'è vero che al piccolo è bastato salire su un treno per presentarsi a casa della madre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzino fugge dalla comunità per poter riabbracciare la mamma

VeneziaToday è in caricamento