Paura a Cavallino, bambino rischia di annegare in piscina nel camping

L'allarme lanciato lunedì verso le 10.30 nel campeggio Marina di Venezia. Il piccolo, tedesco di 8 anni, è stato portato via in elicottero

Momenti di paura lunedì mattina verso le 10.30 al camping Marina di Venezia di Cavallino-Treporti di via Montello. Un bambino di otto anni di nazionalità tedesca, infatti, è stato soccorso dai sanitari del 118 e trasportato in elicottero all'ospedale di Padova per una sospetta sindrome da annegamento. Fortunatamente durante le operazioni il piccolo si è mantenuto sempre cosciente, ma per precauzione è stato disposto il trasferimento nel reparto di Pediatria dell'istituto sanitario euganeo.

L'allarme è stato lanciato dal personale di sicurezza della piscina della struttura ricettiva. E' stato il bagnino, assieme alla madre del bimbo, ad accorgersi che quest'ultimo si trovava in difficoltà all'interno di una piscina per bimbi dal fondo profondo 120 centimetri. Non un livello proibitivo. Fatto sta che nessuno tra i familiari che si trovavano nei dintorni si sarebbe accorto che stava bevendo molta acqua, preso dallo spavento. Finché non è stato portato all'asciutto dal bagnino, con i preoccupanti sintomi causati da un'apnea prolungata.

Sul posto si è portato prima il medico interno del campeggio, che ha effettuato il primo soccorso, dopodiché è stata chiamata un'ambulanza e l'elicottero del 118, atterrato dopo pochi minuti sulla piazzola di sosta attrezzata della struttura. Il bambino, che aveva al suo fianco la madre, un fratello e i nonni, molto preoccupati, è stato stabilizzato, imbarellato e caricato a bordo del velivolo. Dopodiché il trasferimento a Padova.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché Venezia era piena di gatti?

Torna su
VeneziaToday è in caricamento