rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

La Fenice cambia umore: incassi in salita e sponsor da quasi 2 milioni

Chiuso in positivo, con un attivo di 17.988 euro, l'esercizio del 2011, annunciato, nel corso dell'ultimo cda, l'ingresso della Banca Popolare di Vicenza, che garantirà 900mila euro annui

Ha chiuso il bilancio d'esercizio con un attivo di 17.988 euro, la Fondazione Teatro La Fenice, una cifra certo non elevata, ma sicuramente rassicurante, se confrontata con i passivi degli scorsi anni. Approvato all'unanimità dal consiglio di amministrazione della Fondazione, presieduto dal sindaco Giorgio Orsoni, il bilancio parla, in particolare, di incassi da botteghino passati dai 5 milioni e 400 mila euro del 2010 ai 7 milioni del 2011 (+30%). Stabili invece i contributi da parte di privati pari a 2 milioni e mezzo. Con riferimento alla produzione lirica e al balletto, dalle 65 recite di due anni fa si è giunti alle 101 del 2011 e le alzate complessive di sipario sono state oltre 300. Gli spettatori paganti sono stati 150 mila nel 2011, contro i 133 mila del 2010. Sono stati invece 165 mila i visitatori.

Il sovrintendente Cristiano Chiarot, nel corso del cda, ha inoltre annunciato ai consiglieri l'entrata di un nuovo "sponsor", la Banca Popolare di Vicenza, un accordo che prevede il sostegno alle attività della Fondazione e una partnership strategica. Attraverso l'intesa con una simile prestigiosa realtà, espressione del mondo economico regionale, verranno assicurati poco meno di 2 milioni di euro in due anni, circa 900 mila euro ogni anno, e sarà garantita - sostiene Chiarot - il radicamento del Teatro nella comunità veneta, pur rilanciandone il ruolo nazionale ed internazionale. Maggior ottimismo, nei confronti del futuro, è stato dunque espresso da più parti, nell'intento di proseguire il percorso di crescita artistica, mantenendo e rafforzando i progetti in programma per i prossimi anni. Nessuna conferma ufficiale per ora da parte dell'istituto berico, neppure con riferimento al nome di colui che sarà scelto come rappresentante all’interno dell’organismo di gestione del teatro lirico lagunare.

.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Fenice cambia umore: incassi in salita e sponsor da quasi 2 milioni

VeneziaToday è in caricamento