Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Bancarotta all'azienda di Fossò Imputati due imprenditori in Riviera

I fatti riguardano un calzaturificio fallito nel 2010. Imprenditori accusati di aver "girato" beni per oltre sei milioni ad un'altra azienda del gruppo

Secondo l’accusa hanno prelevato oltre sei milioni di euro di beni da un noto calzaturificio collocato nella zona industriale di Fossò per poi “girarli” ad un’altra società dello stesso gruppo. Si è aperta venerdì l’udienza preliminare che vede imputati per bancarotta fraudolenta due imprenditori piuttosto conosciuti nella Riviera del Brenta, in aula era presente il curatore fallimentare e l’udienza sarà aggiornata il prossimo 11 dicembre.

L’azienda era una Srl specializzata nella produzione e vendita all’ingrosso di calzature, dichiarata fallita dal Tribunale di Venezia nel 2010. Come riporta Il Gazzettino, il curatore fallimentare avrebbe successivamente individuato nel processo di ricostruzione dell’attività l’uscita di merci e macchinari, nonché la cessione di crediti, per un ammontare complessivo di oltre sei milioni di euro, a favore di un’altra società degli stessi imprenditori.

Segnalata immediatamente l’operazione alla Procura della repubblica di Venezia, ai due imprenditori è stata contestata l’ipotesi di bancarotta. Secondo la difesa ogni operazione sarebbe stata condotta per salvare l’azienda, senza intascarsi nemmeno un centesimo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bancarotta all'azienda di Fossò Imputati due imprenditori in Riviera

VeneziaToday è in caricamento