rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca Mirano / Via Cesare Battisti

Bancomat esploso a Mirano, ma la blindatura lascia i ladri a secco

Il boato alle 3.15 di stanotte alla filiale Bnl di via Battisti. Dopo un assalto riuscito nel 2011, però, era stato installato un nuovo sistema di sicurezza

Ormai i boati si susseguono nel Miranese. Specie il venerdì notte, quando le cassette di sicurezza dei bancomat vengono rifornite di contante in vista del weekend. Stavolta a finire nel mirino dei ladri è stata la filiale Bnl di via Cesare Battisti di Mirano, già vittima di un assalto a maggio 2011. Dopo quella esperienza, però, con un bottino di diverse migliaia di euro, la banca è corsa ai ripari installando delle griglie di sicurezza in grado di "blindare" il bancomat, evitando quindi che venisse razziato di nuovo.

FANNO ESPLODERE IL BANCOMAT DELL'OSPEDALE DI MIRANO

In effetti il sistema ha funzionato. I delinquenti infatti sono riusciti a portarsi via solo una cassettina blindata contenente alcune centinaia di euro. Forse poche migliaia. Niente di trascendentale rispetto ai bottini registrati nelle ultime settimane in zona. La deflagrazione, invece, è stata molto forte. Udita verso le 3.15 di notte da molti residenti di uno dei quartieri più popolosi del paese. I banditi hanno tagliato la rete di una recinzione di una abitazione per garantirsi una via di fuga e hanno posizionato della polvere pirica all'interno della testiera del bancomat. Poi lo scoppio.

Sul posto i carabinieri della stazione locale, ma dei malviventi neanche l'ombra. Stamattina i rilievi da parte dei militari del nucleo investigativo, che si stanno occupanto anche di un tentato colpo notturno alla filiale Antonveneta di Vigonovo. In quel caso i delinquenti hanno tentato di forzare la testiera della cassa continua senza successo. Per poi abbandonare l'impresa.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bancomat esploso a Mirano, ma la blindatura lascia i ladri a secco

VeneziaToday è in caricamento