menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Razziavano ville e auto di lusso: manette per la banda dell'Audi

Il gruppo entrava in azione spesso e sovente con lo stesso modello di veicolo. La base in Friuli. Colpi anche a San Donà e nel Portogruarese

I Carabinieri del Nucleo investigativo di Udine, comandati dal capitano Fabio Pasquariello, hanno notificato due ordini di custodia cautelare ad altrettanti cittadini albanesi, detenuti a San Vittore e a Cremona, al termine delle indagini su una serie di furti in abitazione messi a segno lo scorso anno nel Bassa friulana e nel Veneto orientale. Le ordinanze, emesse dal gip di Udine Paolo Alessio Vernì su richiesta del sostituto procuratore Maria Caterina Pace, sono state notificate a E.H., 26 anni, e a E.C., 22 anni, entrambi residenti a Milano; altre quattro persone - due uomini e due donne, residenti a Desio (Milano) e Buja (Udine), sono state denunciate.

A tutti è contestata l'associazione per delinquere finalizzata al furto e alla ricettazione. I furti si erano susseguiti dallo scorso mese di luglio, tutti in orario serale o notturno e commessi con le medesime modalità.  Spesso stessa auto, una Audi nera, modello poi diventato uno dei bersagli principali dei malviventi. Il 10 ottobre scorso, nel corso di una serie di controlli, era stata fermata al casello di Udine Sud una vettura con quattro persone a bordo, tre delle quali erano fuggite e il cui conducente era stato fermato. Poi avrebbe fornito informazioni importanti per gli investigatori.

La banda, che si muoveva nel Veneto Orientale e in Friuli, aveva base a Buia, nell'appartamento occupato dal fermato e dai parenti. In essa sono stati trovati arnesi da scasso e refurtiva proveniente dal Portogruarese, dal Sandonatese, dalle province di Udine e Pordenone. Il 5 dicembre scorso, i carabinieri del Nucleo Investigativo di Udine, con i colleghi di Affori (Milano) hanno fatto irruzione in un appartamento di Milano, dopo aver seguito le tracce dei tre malviventi fuggiti qualche settimana prima. In quell'occasione sono state fermate tre persone, tra cui i due arrestati e un terzo complice "assoldato" per compiere altri furti nella zona del Milanese. (Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento