menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La "banda del buco" non va in vacanza, ancora furti a Trivignano

Due denunce nella stessa notte in via Lotto, dove i criminali sono riusciti ad "espugnare" due abitazioni portando via migliaia di euro in refurtiva

Ancora un furto lungo le vie di Trivignano, anche questa volta ad opera dell'ormai famigerata “banda del buco”. I criminali nella notte tra domenica e lunedì avrebbero infatti preso di mira un'abitazione di via Lotto, sarebbero riusciti a forzare una finestra e poi, una volta dentro, avrebbero portato via gioielli e contanti.

METODO NOTO – A far supporre alle forze dell'ordine che si tratti sempre dello stesso gruppetto di delinquenti che opera in tutto il territorio è il modus operandi utilizzato per avere ragione di infissi e serramenti, sempre uguale ad ogni colpo della “banda”, quasi una firma: i malviventi praticano infatti un piccolo foro vicino alla serratura di una porta o di una finestra, riuscendo in questa maniera a sbloccare il meccanismo che poi, come per magia, si spalanca davanti ai banditi, dandogli via libera per fare incetta nelle stanze.

SECONDO ASSALTO – Quello di via Lorenzo Lotto, comunque, sembrerebbe essere stato un raid particolarmente esteso, visto che nella stessa notte sarebbero state visitate ben due abitazioni: nella prima, dove si trovavano una donna e la nipote, avrebbero portato via una borsa e un cellulare, nella seconda invece il bottino sarebbe ben più consistente. La casa risulta abitata da un uomo e dalla figlia, ma nessuno dei due ha potuto fare niente: i ladri sono entrati dalla finestra della cucina, al pian terreno, lasciando il loro piccolo forellino come testimonianza del loro passaggio; una volta dentro i criminali hanno rovistato dappertutto, cercando spasmodicamente qualcosa di valore da portare via con loro e trovando infine una manciata di contanti (non molto più di 100 euro) e dei bracciali in oro. Proprio i monili sarebbero stati però una preda ben più ghiotta del previsto dato che, stando al padrone di casa che ha presentato denuncia alle autorità, uno di essi varrebbe diverse migliaia di euro. Sul caso indagano ora le forze dell'ordine, che sembrano però ancora in possesso di pochi elementi utili a rintracciare i colpevoli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I volontari si prendono cura del forte Tron

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento