menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Razziavano case in Riviera e nel Miranese, disarticolata banda di ladri

Venti i furti aggravati in concorso contestati a quattro malviventi senza fissa dimora ma di fatto residenti a Oriago di Mira. Per i loro colpi usavano sempre una Audi A4 bianca

Non uno, non due, ma venti furti in abitazione e in aziende vengono loro contestati. Una banda specializzata nel razziare case incustodite per poi scappare a bordo di un'Audi A4 bianca station wagon con targa austriaca. Sempre quella, rubata l'estate scorsa in Friuli. I carabinieri della tenenza di Dolo partendo da questo particolare sono riusciti a ricollegare a G.A., 38enne serbo, e ai giovanni di nazionalità albanese Z.E., 22enne, F.F. 26enne e K.A., 29enne, alcuni colpi perpetrati in Riviera del Brenta e nel Miranese.

Tutti i componenti della banda erano senza fissa dimora ma di fatto risiedevano a Oriago di Mira. Entravano in azione prevalentemente di sera, con l'aiuto dell'oscurità. Grazie alla loro "attività", si erano impossessati di grosse somme di denaro e di gioielli, finché non sono caduti in fallo e sono stati fermati in Friuli Venezia Giulia.

I malviventi, infatti, spaziavano tra province e regioni diverse. Dal Veneziano si sono spostati anche nel Padovano, nel Veronese, nel Bresciano e nel Pavese, fino a superare, per l'ultima volta, il confine friulano. Sempre con quell'Audi A4 lasciata vicino agli obiettivi da svaligiare con il motore acceso. A bordo il palo. Pronto alla fuga. Al momento della notifica dei nuovi addebiti tutti i malviventi si trovavano nel carcere di Santa Maria Maggiore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento