rotate-mobile
Cronaca

Case svaligiate in tutto il Nordest, banda di ladri nei guai: tre arresti

Perlustravano i quartieri residenziali da derubare. Uno dei complici attendeva in un parcheggio mentre due donne facevano effrazione e portavano via i gioielli. Le indagini della squadra mobile tra Padova, Venezia, Ferrara e Pordenone

Svaligiavano abitazioni seguendo un metodo preciso, perfezionato nel tempo. I tre componenti di una banda rom sono stati arrestati. Su di loro gli inquirenti hanno raccolto le prove di diversi furti commessi tra le province di Padova, Venezia, Ferrara e Pordenone. In un’occasione si sono spostati anche in Slovenia.

Le indagini

Le indagini, culminate con l’arresto di giovedì 11 marzo, sono state eseguite dalla squadra mobile padovana sotto il coordinamento del sostituto procuratore Giorgio Falcone. Gli arrestati sono un uomo e due donne di nazionalità croata: Nico Nikolini, 24 anni, Gabriela Nikolic, di 21 anni, e Jessica Stojanovic di 18.

Tutto è cominciato lo scorso 27 gennaio, quando gli agenti hanno fermato a San Stino di Livenza due auto già segnalate come veicoli in uso per furti in abitazione. A bordo, tra gli altri, c'erano Nikolic e Stojanovic, che avevano già precedenti. Il loro modus, come appurato poi, era sempre lo stesso: un uomo portava le giovani donne sul luogo prescelto e le aspettava mentre loro commettevano i furti. Giravano tra le province, dormivano in b&b o in auto. Per scegliere la zona da depredare facevano dei "pattugliamenti" tra i quartieri residenziali e poi, una volta scelto il proprio obiettivo, scassinavano gli infissi con un cacciavite, entravano e rubavano gli oggetti preziosi. Tra i furti accertati: il 14 febbraio a Ferrara, il 3 marzo a Mestrino (Padova), l’8 marzo a San Stino di Livenza.

Inseguimento e arresti

Dopo il 27 gennaio gli investigatori hanno iniziato a pedinare i sospetti e ieri, giovedì 11 marzo, si è presentata l'occasione per prenderli in flagrante. Verso le tre del pomeriggio le due ladre - Nikolic e Stojanovic - sono scese dalla macchina lungo via Monte Pasubio, in una zona residenziale di Padova, mentre l'automobilista ha parcheggiato in un vicino Eurospar. Le ragazze hanno puntato una villetta, scavalcato la cancellata e forzato una finestra. I poliziotti le hanno seguite. C'era, però, anche l'anziana proprietaria di casa, che in quel momento stava andando sul retro: allarmata per la presenza di intrusi si è messa a urlare, facendo fuggire le ladre. La diciottenne è stata subito bloccata dai poliziotti, l'altra è riuscita ad allontanarsi di poche centinaia di metri prima di essere presa in via Lepanto. Stringeva in mano il portafoglio della vittima e diversi gioielli. Nel frattempo anche Nikolini è stato fermato nel parcheggio del supermercato: in auto c’era anche il figlioletto di un anno e, nel bagagliaio, diverso materiale rubato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case svaligiate in tutto il Nordest, banda di ladri nei guai: tre arresti

VeneziaToday è in caricamento