rotate-mobile
Cronaca Jesolo

Bando per operaio off limits a extracomunitari, bufera a Jesolo

Nel mirino finisce la comunicazione di Jesolo Patrimonio srl, partecipata dell'amministrazione municipale. Esponenti Sel: "Discriminazione razziale". Il sindaco Zoggia: "Jesolo città aperta"

Un bando per un operaio generico riservato ai soli italiani o residenti Ue: ha fatto gridare alla discriminazione la selezione di personale della società Jesolo Patrimonio srl, partecipata dall'amministrazione municipale della località balneare veneziana. A gettare acqua sul fuoco è proprio il sindaco Valerio Zoggia che oggi annuncia: "Sarà mia cura far esaminare il bando dall'ufficio legale del Comune e se non sarà ritenuto conforme alla legge verrà riformulato".

Pronti a dare battaglia sull'episodio, come riporta la Nuova Venezia, sono Salvatore Esposito e Nazzareno Fuser di Sel. "Abbiamo provveduto a segnalare all'Ufficio nazionale contro le discriminazioni razziali - dicono - il bando relativo al concorso". "Cosa succederà ora? - si chiedono - Coloro che hanno già presentato la domanda dovranno rifare tutta la procedura? I responsabili di questo caos pagheranno di tasca propria per l'errore commesso?".

Pronta la replica del sindaco: "Non c'è l'intenzione di discriminare nessuno - ripete - Jesolo è una città aperta a tutti senza alcun tipo di pregiudizio e questa nuova amministrazione lo sta dimostrando concretamente con i fatti". (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bando per operaio off limits a extracomunitari, bufera a Jesolo

VeneziaToday è in caricamento