Risse e alcol, chiusura forzata per un bar per trenta giorni

Il provvedimento, emesso dal questore, è stato eseguito sabato mattina dai carabinieri nel locale di Spinea

Nella mattinata di oggi i carabinieri hanno eseguito un'ordinanza firmata dal questore di Venezia Maurizio Masciopinto di sospensione del bar «Al Cavalcavia» di via Roma a Spinea per trenta giorni. 

I Carabinieri hanno posto i sigilli al locale, a gestione cinese. Il provvedimento è stato emesso sulla base degli esiti dei numerosi controlli effettuati dalla locale stazione dell’Arma, che ha accertato in più occasioni la presenza di pregiudicati, dediti all'abuso di bevande alcoliche e che avevano tenuto il bar come luogo di aggregazione.

Il nuovo provvedimento è stato emesso anche a seguito dell’ennesimo fatto accaduto una settimana fa all’interno del locale nel corso del quale durante una lite tra clienti una persona è rimasta ferita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus nel Veneziano: è un 67enne di Mira

  • Coronavirus, i dati aggiornati

  • Aumentano i casi positivi al coronavirus: aggiornamenti

  • Coronavirus, inizia la settimana più lunga: gli aggiornamenti

  • L'ordinanza del ministero della Salute e del presidente della Regione Veneto

  • Hanno partecipato al Carnevale di Venezia: scatta la quarantena nel Salernitano

Torna su
VeneziaToday è in caricamento