rotate-mobile
Martedì, 28 Giugno 2022
Cronaca

Il questore chiude un bar a Venezia e uno a Mestre

Due provvedimenti eseguiti tra lunedì e mercoledì dopo le verifiche della polizia

Due bar sono stati chiusi su disposizione del questore nel giro di un paio di giorni, tra lunedì e mercoledì. Il primo è stato il bar Giorgia di Mestre, in viale San Marco, poi è toccato al bacaro Bocon Divino, in campo Santa Margherita a Venezia.

Entrambi, secondo quanto emerso dalle indagini dei locali commissariati di polizia, sono sospettati di essere luoghi di ritrovo abituale di pregiudicati o persone ritenute pericolose per l'ordine pubblico: di conseguenza ai due bar sono state applicate le misure contenute nell'articolo 100 del Tulps (Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza), che prevedono la chiusura e la sospensione della licenza per la somministrazione di alimenti e bevande dell’esercizio commerciale. Il provvedimento è valido per 15 giorni nel caso del bar di Mestre, per dieci giorni nel caso del bacaro veneziano.

Il questore ha deciso di emanare i due decreti sulla base degli elementi raccolti nelle ultime settimane dai poliziotti, che avrebbero accertato vari episodi di disturbo della sicurezza pubblica, anche in orari di chiusura. Peraltro l'area di Santa Margherita, uno dei luoghi più frequentati dalla movida veneziana, è costantemente sotto osservazione nell'ambito della lotta allo spaccio, specie sul lato di ponte San Pantalon. Al termine delle operazioni della polizia amministrativa, gli agenti hanno affisso i sigilli alle porte dei bar.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il questore chiude un bar a Venezia e uno a Mestre

VeneziaToday è in caricamento