menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto dell'elicottero dei vigili del fuoco

Foto dell'elicottero dei vigili del fuoco

Spavento in laguna: vento e onde, si rovesciano otto barche a vela VD

Gli equipaggi di una regata sono tutti finiti in acqua. I naufraghi sono stati salvati da vigili del fuoco e polizia. Sul posto anche l'elicottero del 115

Il vento e il moto ondoso hanno giocato un brutto scherzo a sei imbarcazioni a vela che sabato mattina stavano partecipando a una regata a Venezia. I natanti, infatti, sono stati costretti ad affrontare un campo di regata improvvisamente diventato proibitivo. A dimostrazione di ciò uno dietro l'altro otto scafi si sono ribaltati e i rispettivi equipaggi sono finiti in acqua. L'incidente nel tratto di laguna tra il ponte della Libertà lato "Tessera" e il canale di Cannaregio.

Sul posto è intervenuta verso le 13.30 in primis una volante lagunare della polizia, che si trovava nelle vicinanze al momento dell'incidente. Ha raggiunto il punto esatto dove si trovavano i naufraghi e ha iniziato a soccorrerli. Sei scafi si trovavano a sinistra del ponte, mentre due sulla destra in direzione Venezia. Per quest'utimi visto il fondale molto basso si è reso necessario l'intervento delle moto d'acqua della squadra marittima del 115. A stretto giro di posta sono dunque intervenuti altri mezzi della questura, dei vigili del fuoco e della capitaneria di porto. Tre le squadre dei pompieri di Venezia, che assieme alle forze dell'ordine si sono occupati di riportare all'asciutto gli sventurati. Sul posto anche i sommozzatori di stanza a Vicenza. Sedicile persone finite in acqua, tutte tratte in salvo.

A sorvolare la zona delle operazioni è stato visto anche l'elicottero del 115, che aveva il compito di assicurarsi che non ci fossero dispersi. Tutti i naufraghi, che partecipavano alla prima regata del Campionato derive del polo nautico di Punta San Giuliano, sono stati salvati e nessuno avrebbe richiesto cure mediche. Una disavventura causata dall'improvviso arrivo nel Veneziano di una perturbazione che ha fatto aumentare la forza della bora e reso più insidioso il moto ondoso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento