Cronaca

Le barche turistiche finite sotto sequestro, i pontili sono off-limits

A Concordia e Sindacale i nuovi posti barca sono disponibili ai diportisti ma non alle imbarcazioni delle associazioni turistiche

A Concordia e Sindacale scoppia la guerra dei pontili: sono infatti finite sotto sequestro le due barche per il turismo fluviale della Blu Verderame e della Fattoria Didattica e Agriturismo Trevisan Marzia. Dietro i sigilli, applicati dalla polizia locale nei giorni scorsi, ci sarebbe la nuova ordinanza sindacale che, come riporta il Gazzettino, segue il regolamento comunale appena “attivato”: i posti barca sono disponibili per i diportisti, ma non per le società turistiche, che possono sostare solo 12 o 48 ore.

PROTESTE AL SINDACO – L'associazione Paese Vivo ha quindi scritto una lettera al sindaco Marco Geromin, chiedendo che vengano “liberate” la “San Leonardo” e la “Mogida Blu”, le due barche sequestrate, ma soprattutto di ridiscutere queste nuove norme locali che, stando a quanto raccontano le associazioni, strozzano “le aziende di Concordia che promuovono lo sviluppo turistico del territorio e ostacoli le iniziative dei privati che investono per promuovere il turismo”. Ancora più assurdo, secondo Paese Vivo, è come i nuovi pontili siano stati realizzati grazie ad un finanziamento della Regione ottenuto grazie alle proposte delle associazioni, e avrebbero dovuto essere destinati proprio al turismo fluviale (quella dimensione di attrattiva rurale che l'Ue da tempo cerca di valorizzare e affiancare il turismo balneare).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le barche turistiche finite sotto sequestro, i pontili sono off-limits

VeneziaToday è in caricamento