Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Picchiano la barista che aveva rifiutato di essere pagata con la tessera del reddito di cittadinanza

È successo a Trieste. In arresto un portogruarese e una milanese, che hanno anche opposto resistenza alla pattuglia della polizia locale

La zona dell'aggressione

Erano completamente ubriachi e non c'è stato verso di riportarli alla ragione. Sabato sera, verso le sette e mezza, un violento diverbio è scoppiato a Trieste, in viale D'Annunzio, tra una coppia di clienti e una barista in un locale lite era scoppiata in un locale lì vicino: la coppia (H.R., uomo di 40 anni di Portogruaro e G.R., donna 39enne di Milano) per pagare le consumazioni aveva esibito una tessera del reddito di cittadinanza; al rifiuto dell'esercente, la donna ha risposto sferrandole un ceffone e graffiandola ripetutamente. Poi, insieme al compagno, si sono diretti in fretta e furia all'uscita (senza pagare), rincorsi dalla barista.

Aggressione agli agenti

In quel momento stava passando una pattuglia della polizia locale che, vista la scena, è intervenuta per cercare di sedare gli animi, subito supportata da altri colleghi arrivati sul posto. I due quarantenni erano visibilmente ubriachi e, nonostante i tentativi degli operatori, hanno continuato a mantenere un atteggiamento aggressivo e violento anche nei loro confronti; così sono stati accompagnati in caserma e lì arrestati per oltraggio, resistenza e violenza a pubblico ufficiale, rifiuto di declinare le proprie generalità, percosse e ubriachezza molesta. Concluse le pratiche di rito ed avvisato il magistrato di turno, sono stati trasferiti in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiano la barista che aveva rifiutato di essere pagata con la tessera del reddito di cittadinanza

VeneziaToday è in caricamento