menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ufficio devastato in questura

L'ufficio devastato in questura

"Basta aggressioni contro di noi, vogliamo spray e pistola taser"

Dopo che un delinquente ha devastato un ufficio della questura nella notte tra mercoledì e giovedì, il sindacato Ugl si appella al Governo

L'ennesima aggressione a poliziotti in servizio induce il sindacato Ugl a sbattere i pugni sul tavolo e chiedere al Governo di mettere a disposizione delle forze dell'ordine spray al peperoncino e pistola elettrica taser. "Siamo stanchi di subire aggressioni da parte di delinquenti esagitati che non sanno far altro che scagliarsi contro gli operatori di polizia", attacca il segretario regionale dell'Ugl, Mauro Armelao. Il nodo del contendere è stata la notte di follia per un 39enne egiziano che, dopo aver palpeggiato una prostituta romena sul Terraglio e averla tentata di rapinare, in due "tranche" ha mandato all'ospedale quattro poliziotti, devastando anche un ufficio delle Volanti in questura.

ECCO PERCHE' L'EGIZIANO ERA STATO ARRESTATO

Testate contro il muro, scrivanie e sedie a soqquadro, porta divelta, computer ko. Il tutto cercando di farsi del male per poi addossare le colpe sulle forze dell'ordine: "La politica si deve rendere conto una volta per tutte che questi strumenti di autodifesa servono non solo alle forze dell’ordine per bloccare eventuali personaggi pericolosi o particolarmente violenti, ma anche a tutela della persona fermata per evitare che si debba ricorrere all’uso della forza fisica per immobilizzarla, come avviene in questi casi - continua Armelao - Quindi strumenti quantomeno necessari per far sì che le forze dell’ordine possano lavorare in sicurezza senza incorrere nel rischio di trovarsi indagati e dover subire processi penali".

Dunque si rinnova da parte del sindacato soprattutto la richiesta di poter essere dotati di spray antiaggressione, che attualmente è utilizzato in via sperimentale solo in altre grandi città: "Per quanto riguarda la pistola Taser invece, dopo il via libera del Parlamento per il suo utilizzo assieme alle telecamere, sia stilato un chiaro ed esaustivo protocollo d’intervento con chiare regole d’ingaggio, in modo da poter informare l’operatore di polizia in quali casi e come utilizzare i vari strumenti di autodifesa", conclude Armelao.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento