Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca San Donà di Piave

"Basta slot nel nostro locale" L'esempio arriva da due fidanzati

Una coppia di gestori di un bar a San Donà, a pochi passi dal Duomo, ha deciso di togliere le macchinette per combattere la dipendenza dal gioco

Ulss e istituzioni lavorano per combattere il fenomeno della ludopatia, una coppia di gestori di un bar a San Donà anticipa tutti: “No alla dipendenza dal gioco, diciamo basta alle slot nel locale”. E’ un esempio concreto e positivo quello lanciato da due giovani fidanzati che gestiscono un’attività a pochi passi dal Duomo. Come riporta Il Gazzettino, i gestori non ne potevano più di vedere persone disperate che si giocano cifre altissime alle macchinette. E hanno deciso di dire basta, consapevoli che dal punto di vista economico sarà una bella perdita per le loro casse.

Ma la coscienza morale viene prima dei soldi. Un 30enne di San Donà e la compagna di Noventa, di un anno più giovane, hanno deciso di togliere le macchinette e sperano che altri colleghi gestori possano seguire il loro stesso esempio. Il bar è stato preso in gestione a fine novembre, le vecchie slot sempre molto frequentate sono durate davvero poco.

“Il nostro locale è aggregazione e divertimento, quel tipo di clientela non c’entrava nulla con il nostro spirito” hanno ribadito nelle ultime settimane. Fuori le slot, dentro qualche tavolino in più. Più sorrisi e più compagnie di giovani.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Basta slot nel nostro locale" L'esempio arriva da due fidanzati

VeneziaToday è in caricamento