rotate-mobile
Cronaca Cinto Caomaggiore

Bestemmie sul muro della chiesa, viene sorpreso con la bomboletta

L'uomo è stato fermato nelle vicinanze della chiesa di Azzano Decimo. Con sé aveva anche un coltellino. Ha ammesso le proprie responsabilità

Da qualche giorno erano apparse scritte poco gentili nei confronti della chiesa. Non solo dell'edificio in sé, ma proprio della "Chiesa" in generale. A finire nel mirino di un writer blasfemo, poi denunciato, la chiesa di Azzano Decimo, in provincia di Pordenone. I carabinieri della stazione locale hanno sorpreso bomboletta spray in mano la scorsa notte C.P., un 45enne di Cinto Caomaggiore che, chissà per quale motivo, aveva deciso di darsi da fare con delle incursioni notturne.

Da qualche giorno al mattino erano ben visibili poi le scritte blasfeme in vernice rossa sulle pareti. Almeno due i raid nell'ultima settimana, denunciati dal parroco del paese. La prima volta sono state scritte delle bastemmie, la seconda due croci rovesciate con tanto di "666" (simbolo del diavolo) a corredo.

L'uomo è stato fermato nelle vicinanze della chiesa e trovato in possesso di una bomboletta spray, di un tubo metallico e di un coltello multiuso con lama di 7 centimetri, il tutto posto sotto sequestro. L'indagato, che non ha saputo dare un spiegazione per il suo comportamento, ha ammesso le proprie responsabilità. Le indagini proseguono per accertare eventuali legami con danneggiamenti ad alcune vetture lasciate in sosta in zona, che avevano subito lo squarcio degli pneumatici. Inevitabile per lui la denuncia per deturpamento e imbrattamento di cose altrui, porto di armi e oggetti atti a offendere e danneggiamento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bestemmie sul muro della chiesa, viene sorpreso con la bomboletta

VeneziaToday è in caricamento