menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bibione, estate lontana ma scattano già i primi sequestri: assunti 13 nuovi agenti di polizia

La volontà del sindaco è quella di contrastare il commercio illegale, ma soprattutto garantire tranquillità a turisti e cittadini per la stagione in arrivo: "stiamo facendo il massimo sforzo"

Prima settimana di controlli sull’arenile di Bibione contro il commercio abusivo e scattano già i primi sequestri: dal 1 maggio sono iniziati i servizi mirati per il contrasto ai venditori ambulanti non autorizzati. Gli agenti, coordinati dal Comandante Andrea Gallo, hanno già messo a segno i primi sequestri con una ventina di borse contraffatte tolte al commercio illegale.

La vigilanza in spiaggia, malgrado alcuni giorni di brutto tempo, è quindi già iniziata grazie ai rinforzi estivi con il personale stagionale. “Dal primo maggio sono stati assunti 6 agenti, – spiega il dirigente della polizia locale di San Michele/Bibione, Andrea Gallo – che saranno impiegati nella prevenzione e repressione del commercio abusivo, sia in spiaggia che in isola pedonale serale”. Le assunzioni non sono finite perché dal primo giugno arriveranno altri 7 agenti che rinforzeranno l’organico con un impiego mirato al contrasto dell’illegalità commerciale e alla sicurezza dei turisti. “Con queste 13 assunzioni, – sottolinea il sindaco, Pasqualino Codognotto – l’Amministrazione sta facendo il massimo sforzo, nei limiti di spesa sulle assunzioni del personale previsti dalla legge, per poter rendere il più sicura e tranquilla possibile la vacanza dei turisti a Bibione, questo a beneficio anche della qualità del nostro turismo”.

In questi giorni le pattuglie della polizia locale, munite di mountain-bike, sono state impiegate anche nel controllo della nuova pista ciclabile che costeggia per 9 km la spiaggia, da Bibione Pineda fino al Faro.

“Da subito, con l’arrivo dei primi turisti, – sottolinea il Comandante Gallo -  abbiamo iniziato i controlli in spiaggia per colpire fin dall’inizio i primi fenomeni di abusivismo commerciale”. Anche quest’anno sarà confermato il cosiddetto servizio steward, che ha dato ottimi risultati negli ultimi due anni: “La spiaggia, – spiega il dottor Gallo – sarà suddivisa in settori: in ognuno di questi vi saranno degli agenti che, con la loro presenza continuativa, fungeranno da deterrente per i venditori e saranno a disposizione dei turisti per ogni informazione o richiesta di aiuto”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento