menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Blaseotto Claudio

Blaseotto Claudio

La pioggia flagella Bibione: tanta acqua in poche ore, strade e scantinati allagati

Altri 45 millimetri nelle prime ore della mattina, si aggiungono a quella già abbondante dei giorni scorsi. Chiuse le vie centrali del paese. Fuori dai centri i canali per ora reggono

Bibione è particolarmente sfortunata in questi giorni. Al centro dei nubifragi che stanno interessando un po' tutta la costa veneta, vede accumularsi quantitativi d'acqua molto al di sopra del normale. Nel giro di poco più di tre ore, dalle 6 di martedì mattina, sono scesi 45 millimetri di pioggia. Se ne erano registrati altri 75 l'altra sera, oltre ai 30 già caduti nel corso della giornata.

ALLAGAMENTI IN CENTRO

Negli agglomerati urbani una tale quantità di acqua non riesce a essere riassorbita e gli allagamenti sono inevitabili. Coinvolti in particolare il centro di Bibione e, risalendo nell'entroterra, quello di Cesarolo. Le strade centrali (quelle con le fognature più importanti) sono completamente invase dall'acqua e chiuse al transito. Protezione civile, vigili del fuoco e polizia locale sono al lavoro per arginare i danni, ma intanto la pioggia continua a scendere. Disagi soprattutto per chi vive al piano terra, oltre che per garage e scantinati di negozi e abitazioni.

CORSI D'ACQUA AL LIMITE

Nubifragi deleteri per il territorio. Anche se i canali non sono mai esondati (se non minimamente), e nella serata di lunedì erano in sicurezza, la situazione è comunque monitorata con la massima attenzione. "In mattinata - fa presente il Consorzio di bonifica del Veneto Orientale - siamo tornati a livelli sostenuti, mentre nei centri urbani impermeabilizzati, dove non c'è possibilitò di far invasare le acque, si registrano allagamenti anche di 20 o 30 centimetri sulle strade. Le acque sono tracimate nelle aree attorno al corso del Sole, la via principale che porta al mare. Anche nella frazione Cesarolo stamattina i vigili hanno chiuso l’accesso alla piazza".

MAREGGIATE E PREVISIONI

Ad aggiungersi agli allagamenti "da terra" ci sono le forti mareggiate che stanno erodendo le coste già in queste ore. Un problema con cui bisognerà fare i conti nei prossimi giorni. "Un fenomeno anomalo per questa stagione - evidenzia il sindaco di San Michele, Pasqualino Codognotto - L'acqua che sta scendendo è così tanta che si registrano problemi fino a una decina di chilometri dalla costa". Le previsioni dicono che le piogge potrebbero proseguire fino alle 12, poi finalmente un miglioramento e alcuni giorni di tregua. Il weekend, invece, potrebbe vedere un ritorno del maltempo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento