Cronaca

La Biennale apre al pubblico, Venezia si riempie. Leone d'Oro al padiglione Germania

Premio a Anne Imhof per la sua installazione "che pone domande urgenti sul nostro tempo". Sua l'opera con i cani. Presenti Boschi e Finocchiaro. Circa 10mila arrivi in città

"Viva Arte Viva", e il capoluogo viene travolto dalla "febbre dell'arte". Sabato 13 maggio apre al pubblico la 57. Esposizione internazionale d'Arte della Biennale di Venezia, una delle più importanti del mondo. L'attesa era grande e si era già vista tutta nei giorni scorsi, con l'affluenza massiccia di giornalisti e addetti ai lavori in occasione delle inaugurazioni dei vari padiglioni tra Arsenale, Giardini e altri luoghi della città. Ben 5mila le richieste di accredito per la vernice, un record. E già nelle prime ore di apertura al pubblico si conferma il grande interesse intorno alla mostra, dimostrato dal grande afflusso di visitatori in città. Complice la bella giornata.

Oltre i padiglioni. Sono oltre 20 le esposizioni collaterali che hanno il sigillo della Biennale, ma non c'è angolo della città lagunare che non offra occasione per incontrare le varie espressioni del fare arte oggi. Solo per ricordarne alcune, si va dai vetri sperimentali di Gaetano Pesce, a Murano, alle presenze di Michelangelo Pistoletto o Alighiero Boetti a San Giorgio, alla rassegna dedicata a Philip Guston alle Gallerie dell'Accademia o ai dipinti di Tobey presenti alla Peggy Guggenheim. Al Museo Correr ci sono i ritratti fotografici fatti da Shrin Neshat, mentre al Padiglione Venezia, ai Giardini, "Luxus" dedicato al lusso nato dall'operosità dell'artigianato d'arte. Al Fortuny, la varietà delle proposte della mostra "Intuition". Giornata di inaugurazioni di padiglioni nazionali alla Biennale, come quello francese e quello israeliano. Per non parlare dell'installazione che più ha attirato l'attenzione, "Support", due mani giganti che sbucano dall'acqua e sostengono l'hotel Ca' Sagredo.

Le premiazioni. La giuria della Biennale, presieduta da Paolo Baratta e curata da Christine Macel, ha premiato col Leone d'Oro alla carriera l'artista statunitense Carolee Schneemann. Leone d'oro per la miglior partecipazione nazionale è andato alla Germania con l'artista Anne Imhof (qualche polemica era scaturita dall'inserimento di cani all'interno della sua intallazione). Il Leone d'oro per il migliore artista è stato attribuito a Franz Erhard Walther (Germania). Il Leone d'argento come giovane artista promettente a Hassan Khan, nato nel Regno Unito, che vive e lavora a Il Cairo. Una menzione speciale alla partecipazione nazionale al Brasile per Cinthia Marcelle. La giuria ha inoltre deciso di assegnare due menzioni speciali agli artisti Charles Atlas (Stati Uniti) e Petrit Halilaj (Kosovo). La cerimonia di premiazione, a Ca' Giustinian, ha visto la partecipazione del ministro per i rapporti col parlamento, Anna Finocchiaro, e della sottosegretaria alla presidenza del consiglio, Maria Elena Boschi. Per il Comune di Venezia erano presenti il sindaco Luigi Brugnaro, gli assessori Francesca Da Villa, Massimiliano De Martin, Giorgio D’Este, Paola Mar, Paolo Romor, Francesca Zaccariotto, Michele Zuin e la consigliera Giorgia Pea.

url-2-2-5

Orari. L’esposizione è aperta al pubblico da sabato 13 maggio a domenica 26 novembre ai Giardini e all’Arsenale. Giardini e Arsenale saranno chiusi di lunedì tranne il 15 maggio, 14 agosto, 4 settembre, 30 ottobre e 20 novembre. I Giardini saranno aperti dalle 10 alle 18, così come l’Arsenale (quest'ultimo è inoltre aperto in via straordinaria fino alle 20 nei giorni di venerdì e sabato da maggio a settembre).

Tutti i premi ufficiali della giuria, composta da Manuel J. Borja-Villel (presidente, Spagna), Francesca Alfano Miglietti (Italia), Amy Cheng (Taiwan), Ntone Edjabe (Camerun), Mark Godfrey (Gran Bretagna).

Leone d’oro per la miglior Partecipazione Nazionale:

GERMANIA

Anne Imhof

Commissario: ifa (Institut für Auslandsbeziehungen) on behalf of the Federal Foreign Office. Curatore: Susanne Pfeffer. Espositore: Anne Imhof. Sede: Giardini.

Una menzione speciale è stata attribuita alla Partecipazione Nazionale:

BRASILE

Cinthia Marcelle

Commissario: Fundação Bienal de São Paulo. President João Carlos de Figueiredo Ferraz.

Curatore: Jochen Volz. Espositore: Cinthia Marcelle. Sede: Giardini.

Leone d’oro per il migliore artista della mostra Viva Arte Viva a:

Franz Erhard Walther

(Nato nel 1939 in Germania, vive e lavora a Fulda)

Sede: Arsenale - Corderie

Leone d’argento come giovane artista promettente a:

Hassan Khan

(Nato nel 1975 nel Regno Unito, vive e lavora a Il Cairo)

Sede: Giardino delle Vergini

La Giuria ha inoltre deciso di assegnare due menzioni speciali agli artisti:

Charles Atlas

(Nato nel 1949 negli Stati Uniti, vive e lavora a New York)

Sede: Arsenale - Corderie

e

Petrit Halilaj

(Nato nel 1986 in Kosovo, vive e lavora tra Bozzolo, Berlino e Pristina)

Sede: Arsenale – Corderie/Sale d’Armi G – Giardini/Padiglione Centrale

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Biennale apre al pubblico, Venezia si riempie. Leone d'Oro al padiglione Germania

VeneziaToday è in caricamento