menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rivendevano i biglietti dei turisti, bigliettaio e pontoniere licenziati

Nei guai due dipendenti dell'azienda scoperti dagli ispettori di Actv. Il giudice del Tribunale del lavoro ha respinto il ricorso di uno dei due

L'ipotesi è che raccogliessero i biglietti a tempo utilizzati dai turisti per poi rivenderli ad altri passeggeri. Come riporta il Gazzettino, un bigliettaio in servizio tra la stazione ferroviaria e piazzale Roma e un suo collega pontoniere sono stati licenziati da Actv diverse settimane fa. Il bigliettaio ha quindi impugnato il provvedimento davanti alla sezione lavoro del Tribunale, senza esito. La sua mossa è infatti stata rigettata dal giudice. Per la coppia si potrebbero profilare anche delle conseguenze di tipo penale.

A scoprire il meccanismo sono stati proprio gli ispettori interni di Actv, i quali si sono finti normali passeggeri. Si sono presentati alla biglietteria per acquistare ripetutamente i biglietti e per quattro volte si sono trovati in mano tagliandi già venduti in precedenza. L'ipotesi dell'azienda è che fosse il pontoniere l'incaricato della ricerca dei ticket a tempo in giro per gli imbarcaderi. Poi naturalmente il "malloppo" finiva in biglietteria. E i soldi direttamente nelle tasche dei due. Negli ultimi anni sarebbero stati una ventina i dipendenti Actv finiti sotto inchiesta in relazione a vicende simili all'ultima scovata.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento